Once upon a time Ebay

Intenzionato a volere vendere un oggetto online oggi dopo parecchio tempo ho provato ad accedere al mio account di Ebay.

Il parecchio tempo sembra quantificarsi in ben 6 anni, ultima data relativa alle solite newsletter che arrivano periodicamente.

Una sorta di panico-paura mi assale: mi hanno scardinato l’account? Tutte le mie informazioni si sono perse nell’etere?

Prima di contattare il supporto provo tramite PayPal (ora di Ebay) a resettare la password.

Mi si presenta questo bizzarro e praticamente inutile messaggio:

ebay_deleted

Contattando il supporto scopro che l’account mi era stato cancellato per inutilizzo. Con una singola email di avviso, tra l’altro poco esplicativa, mi era stata notificata la cosa.

Mi sono stupito di due fatti:

  • come le abitudini cambino col tempo e con i nuovi mezzi disponibili (una volta ebay lo monitoravo costantemente, ma poi venne Amazon…)
  • gli ultimi 6 anni mi sono passati mooooolto velocemente

Dalle rune ai pulsanti

Il concetto di “glifo” nella scrittura e nella stampa ha subito innumerevoli evoluzioni nei secoli. Buffo è come un “carattere” o un font(face) si possano utilizzare con un intrigante artifizio a fini grafici nel web.

Glyphicon o FontAwesome associano una icona al codice di un carattere Unicode. Il tutto è utilizzabile con una regola css in modo da associare tale icona ad un elemento di una pagina Web

Per esempio

Batteria a metà, fa-battery-half , Unicode f242

Associandolo ad una classe css e ad un elemento

<i class="fa fa-battery-half" aria-hidden="true"></i>

Tale elemento “vuoto” viene visualizzato a video con la icona della batteria a metà.

  • Ora essendo in realtà un carattere e non una immagine questo implica che potete:
    aumentare la dimensione dell’icona senza problemi, nota bene l’immagine associata è di
    solito una vettoriale quindi non c’è alcun problema nello scaling
  • sono ottime in ambito responsive per il motivo sopracitato
  • essendo un font potete colorarlo come volete
  • essendo associato ad un regola css sono facilmente sostituibili, interscambiabili con altre librerie e manutenibili
  • sono sovrapponibili per realizzare una icona completamente nuova (questa è secondo me una delle cose piu’ cool)

http://fontawesome.io/examples/#stacked

Dove andremo a finire quest’anno?

Il 2017 è stato l’anno di Bitcoin e di tutto lo strascico di cryptocurrency che si è portato dietro:

  • l’anno di un ritorno al vintage anni ’90 (ieri ho visto un bundle Sega Megadrive da Mediaworld che come direbbe Prophecy mi ha commosso)
  • l’anno della diffusione radicale di quelli che una volta venivano detti banalmente cina-fonini
  • un po’ di interesse è stato riversato e riservato al VR, compresi dei buffi pc-zainetto protonico (non-incrociate-i-cavi) e anche dei droni, di cui iniziano a spuntare alcuni negozi “reali”
  • è stato l’anno dell’ottavo capitolo di Guerre Stellari, saga che va avanti da 40 anni (quasi quanto i miei)
  • è anche stato l’anno del sequel di Blade Runner
  • certo poi abbiamo i televisori 4K curvi e le telecamere di sicurezza che magari registrano su nastro analogico
  • le macchine elettriche che si ricaricano con un generatore alimentato a diesel
  • le auto che si guidano da sole e fanno anche gli incidenti in tutta libertà

Ma insomma dove sono le macchine volanti di Ritorno al Futuro? Si, figuriamoci già sono pericolosi i droni, pensate una De Lorean sopra la testa…

Dove sono gli alieni che la Nasa cerca da tanto tempo? Siamo sicuri di volerli incontrare veramente? Non è che facciamo la fine dei nativi americani?

Che cosa ci sta dando di veramente “valido” la tecnologia oggi? Beh qualcosa c’è: gli smartwatch misurano i nostri bioritmi e ci dicono come dormiamo. Magari in futuro ci diranno anche tasso alcolemico, glicemia e quali cibi evitare. Oppure ne inventeranno uno per gli animali domestici in modo che ci comunichino con esattezza il loro stato psico-fisico.

Sarebbe anche bello non essere bombardati da spam mirato dopo che cerchi un modello di pc su Amazon o almeno che sparissero dopo che ne ho acquistato uno…

Sarebbe bello non ricevere telefonate da call center noiosi ogni santo e non santo giorno tanto per cominciare

 

Brackets

Un catchy name che non facilita le ricerca di informazioni su Google lo ammetto, ma questo editor di testo (gratuito e in licenza MIT) offre delle feature veramente interessanti.

Simile a Sublime Text nella UI/UX e sotto alcuni aspetti è anche meglio:

 

Quando si seleziona una parte di testo, digitando un carattere subito dopo l’editor “wrappa” il contenuto della selezione col carattere selezionato. Anche per la selezione multipla!

Estensioni/Plugin:

  • Minimap (vedi Sublime Text)
  • Temi
  • ESlit

Ma dove sta il trucco? Beh se si va a vedere in fondo alla homepage ufficiale o nell’help dell’applicazione il “mistero” viene svelato: MAMMA ADOBE

End Of Summer 2017, vacations, eclissi…

Estate e ferie purtroppo agli sgoccioli, cosa rimane?

Mentre Flash è morto lentamente, Silverlight meno lentamente chi è veramente il vincitore, Javascript? Quanta acqua è passata sotto i ponti da quando se ne discuteva con Prophecy

Cosa ci offrirà il medio futuro tecnologico? Abbiamo ancora molte cose da inventare?

“The advancement of the arts, from year to year, taxes our credulity and seems to presage the arrival of that period when human improvement must end.”
Charles Holland Duell

Ma soprattutto gli alieni sono veramente estinti (Paradosso di Fermi)? Non sono mai esistiti oppure potrebbero stare semplicemente dormendo.

Qualche sito web:

  1. La CGI continua a stupire grazie ad artisti quali GILBERTO “SOREN” ZARAGOZA

Un incredibile scatto della eclissi totale del 21 Agosto 2017, visibile solo dagli Stati Uniti

http://www.shainblumphoto.com/

SEO, Statistiche,storia e ordine

Approfittando del periodo vacanziero ho deciso di dedicare un po’ di tempo al blog, alla piattaforma (WordPress) ed al web server in hosting.
Lamentavo da tempo un calo di accessi e visualizzazioni, banalmente si era spaccata la sitemap e Google non indicizzava altro che la Homepage.
A tal proposito i webmaster tool permettono di monitorare lo stato dell’indicizzazione man mano che avanza, che poi si può andare a verificare pagina per pagina con un semplice info: www.rlieh.com/paginaX

 

Al momento Google ha indicizzato 262 su di un totale di 4801 in due giorni.

Ho provveduto inoltre a (DONE)

  • rimuovere parecchi link che si erano persi nell’iperspazio
  • rimuovere immagini duplicate
  • aggiornare WP e relative plugin

Ancora in progress:

  • consolidamento delle categorie
  • avere una statistica dello spazio occupato dalle immagini

Tornando a tutto ciò che non è tecnico, R’lieh continua a crescere (temporalmente parlando)

  • ha compiuto la bellezza di 13 anni; 10 mesi; 4 settimane; 1 giorno (5081 giorni) dal lontano 13 Settembre 2003
  • ha cambiato “spazio” una volta
  • molti dei suoi abitanti sono scomparsi nel nulla (non che questo sia stato un male in alcuni casi, anzi)

“Asia can’t wait” – Viaggio a Macau

Da Hong Kong in meno di un’ora si raggiunge un’altra perla del pacifico, la penisola di Macau. Una volta colonia portoghese (ne conserva il bilinguismo ed alcuni dolcetti simili a quelli di Belem in Portogallo), Macau è tornata ad essere cinese dal 1999 ed è diventata nota come la Las Vegas d’oriente. 

La comparazione quantitativa al 2017 sembra dar ragione alla cittadina americana: Las Vegas (104) vs Macau (33) casinò. In realtà dal 2014 Macau genera un fatturato 7 volte superiore a quello americano. Anche perchè è l’unica zona per il gioco d’azzardo legalizzato in Cina. E vi assicuro che di gente ce ne era veramente molta, benché fosse lunedì e benché ci fosse un tifone in corso.

Bassorilievo dentro uno degli hotel

Cosiccome a Las Vegas, il gusto per il pacchiano e per lo sfarzo estremo in questi hotel è gargantuesco.

Altro bassorilievo
  • Vicino ad uno dei porti c’è una ricostruzione del Colosseo.
  • Dentro un hotel ad un certo punto si è aperto il soffitto, è partito un video psichedelico e poi è spuntato un mega lampadario (tipo Triderg G7 al contrario)
  • Nella hall di un altro albergo ho trovato una colonna acquario piena di pesci ed enormi fiori di vetro in stile Alice nel Paese delle meraviglie
La statua di Kum Iam

 

Il piccolo centro storico di Macau è un dedalo di sali e scendi dove si possono ammirare sia templi buddisti sia alcune chiese cattoliche. Il monumento più famoso sono le Rovine di San Paolo chiesa di cui ad oggi rimane in piedi la sola facciata.

Il soffitto da cui è uscito un mega lampadario. Notare i segni zodiacali cinesi.

 

“Asia can’t wait” – Viaggio ad Hong Kong, il Porto Profumato (Lantau Island)

L’isola di Lantau, la prima che ho visitato in quanto vi risiede il nuovo aeroporto dal 1999, offre due tappe obbligatorie per un turista ad Hong Kong: la montagna dove risiede il Grande Buddha (Tian Tan Buddha) e il villaggio dei pescatori Tai O.

Ci sono vari modi per raggiungere il Buddha, quello che offre la miglior vista di tutto l’arcipelago è attraverso la teleferica che porta alla zona collinare nota come Ngong Ping

Arrivati a Ngong Ping la maestosità del Buddha è imperante. Da ogni lato del villaggio vedi quella manina e quel viso sereno che sembra salutare pacifico e rilassato.

Tian Tan Buddha

Un corridoio pieno di statue porta dal monastero di Po Lin ad una scalinata dove si raggiunge la statua di bronzo, sotto la statua riposano le ceneri del Gautama.

Villaggio Ngong Ping

Dal monastero in bus o a piedi si può raggiungere l’antico villaggio dei pescatori di Tai O

Il villaggio è un labirinto di viuzze ricche di negozietti e mercatini del pesce, per lo più essicato. Si trovano anche piccole bancarelle di street food dove poter provare cose abbastanza strane per noi occidentali, come la razza essicata, marinata e grigliata oppure i caratteristici rossi d’uovo salati.

Palafitte di Tai O

Consigliatissimo il giro in barca sul fiume Tai O, dove ho avuto la fortuna di vedere i delfini rosa

Delfini rosa nel Fiume Tai O

 

Tutta questa zona è tanto rustica quanto abbandonata. Permea una desolante atmosfera di abbandono generale.