MEGA (co)

In the mean time, Kim Dotcom (vero nome Kim Schmidtz)… che è tedesco peraltro (e si è allontanato dalla Germania a causa di incomprensioni sui concetti di insider trading e di bancarotta fraudolenta) dal suo dirigibile a forma di Kiwi in Nuova Zelanda, propone di donare la banda larga a tutta l’isola.

http://arstechnica.com/business/2012/11/kim-dotcom-now-plans-to-give-new-zealand-free-broadband-pipe-to-us/

E poi di procedere alla conquista del mondo con il nuovo http://mega.co.nz/ il 20 gennaio prossimo (è il suo compleanno).

Fattoidi:

  • before his arrest in New Zealand, Kim Dotcom was the world’s number one-ranked Call of Duty: Modern Warfare 3 player out of more than other 15 million online players
  • fa musica, http://youtu.be/ThwjjKKemS4 (ed è così caccara che non ci si crede)
    • è prodotto dallo stesso produttore dei black eyed peas
  • ha 5 figli, (che ha convolto in questa cosa atroce)
  • ha un letto che costa 103k dollari, ed un elicottero in giardino, si arrabbia quando l’elicotterista atterra troppo vicino alle finestre
    http://www.wired.com/threatlevel/2012/10/ff-kim-dotcom/all/
  • Qua potete vederlo che corre sul Nürburgring con Raikkonen e il suo direttore del marketing (tedesco anche lui, eran quasi tutti tedeschi i vertici Megaupload) con una Mercedes targata EVIL

    http://www.youtube.com/watch?v=KUbcTHKEuF8

    «The production involved 30 cameras, 100+ crew, 2 helicopters, 2 camera cars and one fixed wing aircraft.

    P.S. The final edit was seized by the FBI during the Megaupload raid.
    It will be uploaded as soon as it returns (if ever).
    The current version has a few problems and no color correction. Sorry.»

si ringrazia Zingus per la fatica

Cianfrusaglie

ho trovato queste cianfrusaglie mentre traslocavo. chi le vuole me lo dica che regalo tutto

– eva 05 colorato a mano

– eva 03 colorato a mano

– daitarn 3 gommoso

– hard disk (rotto?) e scheda di rete wifi

– borse

– libro di algoritmi (le lezioni online del disi) stampato e rilegato

unica regola: chi li vuole si piglia anche due scatole di vhs con la promessa di non buttarle

Lucca comics 2012

(Scrivo la recension ascoltando musiche di anime anni 80, giusto per infervorarmi un po’ di piu’)

Per chiunque pensi ancora a Lucca come a una fiera a cui andare a comprare modellini e giggiosita’ varie non ha ancora capito che Lucca Comics sotto quel punto di vista e’ morta con l’avvento di Ebay e di internet 8 o 9 anni or sono. Sono le stesse persone che vanno a Lucca e ne rimangono profondamente deluse un po’ per il fatto che sia dispersiva e “Non si riesce a vedere tutto”, oppure perche’ “bisogna camminare molto” o anche perche’ “minchia che prezzi fuori dal mondo”.

Lucca in dieci anni e’ cambiata tantissimo. Ormai vive di vita propria e ogni anno muta forma indipendentemente dalla sua volonta’. Ad esempio una Lucca col sole sara’ totalmente diversa da una Lucca con la pioggia. Una Lucca dove incontri 3 amici con i quali scopri che le nottate diventano improvvisamente cortissime e’ diversa da una Lucca in cui vai a letto presto perche’ hai camminato troppo e la serata non ha sufficienti attrattive. Che Lucca e’ stata quest’anno? Cosa e’ andato bene e cosa e’ andato storto?

Prima di entrare nei dettagli vediamo chi sono stati i protagonisti principali della fiera

L’assassino furbetto

Non ci sono cazzi. Quest’anno la vera rivelazione di Lucca e’ stata Assassin’s Creed. La ubisoft ha fatto le cose in grande e ha fatto in modo che ovunque ci si girasse ci fosse un qualche cosa che ci ricordasse il suo gioco piu’ famoso. E non solo perche’ han preso UN INTERO PADIGLIONE dedicato ad assassin’s creed nella piazza del Duomo (la seconda per importanza in citta’), o perche’ sulle mura e sulle case di sera venivano proiettate immagini di ACIII.
La Ubisoft ha pensato bene di ricreare lungo le mura la Battaglia di Bunker Hill. Ho visto piuttosto poco perche’ c’era troppa gente (vedremo dopo questo aspetto) e perche’ ero un po’ lontano, ma nel complesso l’evento e’ stato organizzato molto bene e a tratti ha esaltato davvero, specialmente verso la fine quando Connor ha fatto la sua comparsa a cavallo. Brava UBISOFT! Ecco magari se avessi portato un po’ piu’ di Freedom Edition forse sarei riuscito a comprarne una (Sono andate ESAURITE A UN’ORA DALL’APERTURA DELLA FIERA.. staminchia costano 99 euro.. poi dicono che c’e’ crisi). 

Metereologi rognosi non prevedono bagni di folla

Seconda grande protagonista e’ stata LA PIOGGIA. Quest’anno tutti i siti meteo, i metereologi, SIRI, il padreterno e pure qualche menasfiga si sono prodigati per divulgare la notizia che tutti i giorni (ma specialmente la Domenica) sarebbero scesi i quattro cavalieri dell’apocalisse a distruggere Lucca, ovviamente in Cosplay da meganoidi. In realta’ ecco quello che e’ succeso: Giovedi’ e’ stata una giornata grigia, ma niente pioggia fino alle sei (quando e’ venuto giu’ un acquazzone).  Venerdi’ c’e’ stato il sole. Sabato ancora cielo grigio. Domenica ha piovigginato appena. Il risultato delle previsioni? Domenica (quando era stato prevista la nuova alluvione di Noe’), l’affluenza e’ stata minima e io sono riuscito a girare gli stand serenamente senza problemi. Un po’ meno contenta era l’organizzazione che ha perso un bel po’ di soldini.

La fila alla biglietteria domenica: praticamente nulla
Perche’ ero cosi’ contento la Domenica? Perche’ PORCA PUTTANA DI UNA MERDA negli altri giorni era praticamente impossibile visitare la fiera tra le 10 del mattino e le 17 del pomeriggio. C’era davvero troppa troppa gente. 

La massa di gente impediva di entrare al Japan Palace

Gia’ il Giovedi’ la situazione era insopportabile (di solito il primo giorno si riesce a girare), ma la vera sorpresa e’ stato il VENERDI’, il giorno (secondo me) con maggiore affluenza. A quanto pare TUTTI hanno avuto l’idea geniale di venire il VENERDI’ perche’ c’e’ meno gente.. mannaggia la mignotta.
Ma MAGARI il problema fosse solo il fatto che non si riesce a entrare negli stand. Quest’anno nonostante conoscessi tutte le aree recondite dove parcheggiare e’ stato DAVVERO MOLTO DURA trovare un parcheggio, anche alle 9 del mattino. MORTACCIVOSTRAAAAAAAA. Lo sapete cosa succede se a 33 anni si va a dormire molto tardi ( dopo le 2.00am ) e ci si sveglia molto presto (prima dell 8.00am)? Che al SABATO Robertino diventa uno zombie che cammina e che non vede l’ora di dormire da qualche parte. Nonnorononnono, questo non va bene!

Onestamente non vedo una soluzione semplice alla cosa. Forse si potrebbe allungare la fiera di qualche giorno e farla durare un’intera settimana in modo da permettere AL SOTTOSCRITTO di girare tranquillamente da lunedi’ a venerdi’ e poi lasciare che la plebaglia si ammassi nei restanti due giorni…

Cosa fare in fiera

Cominciamo a vedere la mapponza che e’ una cosa fondamentale:

Fumetti SI, Modellonzi NO.

Come ho gia’ detto Lucca come mercatino per modellonzi e oggetistica varia e’ fallito anni fa. I prezzi erano alle stelle, le novita’ erano pochissime (ma anche in Giappone e’ uscita poca roba bella quest’anno),  l’idea generale e’ stata che i negozi con la crisi che c’e’ in giro stanno cercando di svuotare i magazzini. Non ho trovato nessun Daltanius, non ho trovato Transformers Master Piece, c’erano i cavalieri dello zodiaco EX ma costavano troppo (100 euro l’uno) e c’erano pure i cinque samurai (130 euro l’uno). Quindi l’area Modellonzi e’ stata visitata una volta di sfuggita per poi finire nell’oblio.

Lo vuoi il mazinga, lo vuoi il mazinga? Sgancia 500 euri. 

Bellissima la mostra di Gundam e SOC organizzata da CosmicGroup. Peccato per i prezzi..
L’area ARRETRATI invece ha riservato delle sorprese incredibili. La fiera e’ nata 50 anni fa per permettere agli appassionati di trovare fumetti introvabili altrove. Ancora oggi dopo tanto tempo (a differenza di tutta l’area gadgettistica) svolge ancora egregiamente questa funzione. ANZI! Qui i fumetti costano solitamente MENO!!! Io personalmente sono partito da casa con questo malloppo di cose da trovare e onestamente non credevo di riuscire a trovare tutto:

Ratman #88, #89, #90, #91. Noritaka #19. Eyeshield 21 #32. Negima #1 #2 #3 #4 #5 #14. 20th Century Boys #5. Jojo ristampa #1 #8 #9 #10 #14. City Hunter Ristampa #18 #21 #25. Death Note #2. Sailor Moon #3 #4 #10. Principe del tennis #14. Bleah #34 #42. Naruto #33 #34 #40.

Questi erano dannatamente introvabili.. Ho preso gli ultimi due…

Sapete quanta di questa roba ho trovato? TUTTO.  La ficata colossale e’ che l’area arretrati e’ concentrata in quattro padiglioni piuttosto voluminosi (anche se nella mappa sembrano piccoli) e ci vuole un attimo a trovare quello che serve. Si ok, puoi andare su EBAY e comprare tutto ma quanto ci si mette? Qui (massa di persone permettendo) e’ tutto INFINITAMENTE piu’ facile e gioioso. Anzi arrivo a dire che se non trovate qualcosa qui, beh.. non esiste piu’. Davvero.. chi si lamenta che a Lucca non c’e’ nulla o non cerca o cerca le cose sbagliate o mugugna tanto per mugugnare.

Wiiiiiiiiiiiiiiii

L’area Games era dominata dalla zona Wii U. La Wii U e’ la nuova console Nintendo. E’ fica, ha una grafica migliore di XBOX360 e PS3, ha un pad maneggevole e Zombie U e’ una ficata colossale. Attendiamo pazientemente l’uscita in Italia. In piu’ le stendiste erano carine, gentili, chiacchierone e si divertivano ad aiutarmi a giocare a zombie U. Per la cronaca: ci sono momenti in cui bisogna accendere la torcia e sventolare il pad (che ha un giroscopio) intorno a noi per trovare gli zombie e poi smazzullarli con una mazza. Bella bella bella.

Bella anche l’area Modding con le tastiere per i videogiocatori smanettoni

GRANDE giubilo nel vedere il gioco di ruolo di South Park Lo sticchio della verita’. Oh e’ uguale al cartone animato eh! (non fosse che il cartone animato e’ na chiavica come giustamente dice il mio amico Massimiliano Poggi)
Gli abusivi sono immancabili e quest’anno ce n’erano davvero tanti. TANTISSIMI vendevano carte di Magic. Ma proprio proprio tanti eh. Altri invece vendevano retrogame a manetta. 
Ultima ma non ultima l’immancabile visita a Joe Dever che mi ha firmato il mio primissimo Lupo Solitario del 1985 e mi ha convinto a comprare le PRIME  4 DI 39 MAPPE del mondo di lupo solitario. Ognuna di esse e’ un A4 e alla fine ci conto di tapezzare un muro intero della mia nuova casetta. FICATA COLOSSALE GLOBALE Ecco il sito! Anche se non c’e’ nulla… 

Gente famosa e Gente non famosa che interpreta gente famosa

L’area autori e’ una delle mie zone preferite. Negli ultimi anni ci sballo a farmi fare disegni e firmare albi. Quest’anno gli ospiti erano tanti e belli. Il piu’ desiderato era quel puttanone di HOBATA, che non mi ha firmato nulla limortaccisua. Per farsi firmare l’art book avrei dovuto essere estratto tra 800 persone. E questo al VENERDI’. Praticamente impossibile. Alla domenica sera ne hanno estratto UNA persona su 130 per una litografia. Ovviamente non ero io. Spero che la tizia che abbia vinto sia stata lavata da testa a piedi da una macchina che passava su una pozzanghera e che la litografia si sia irrimediabilmente dannaggiata (quanto astio dite? stateci voi con altre 800 persone in uno spazio vitale minimo per un autografo… poi mi dite). 
Giacomo Bevilacqua invece e’ sempre molto molto gentile e quest’anno mi ha portato un disegno che gli avevo commissionato. Presto foto del disegno appeso in casa :) C’erano anche Silver e Jim Lee ma io ero troppo stanco e assonnato per sbattermi a cercarli.. sara’ per la prossima volta.
Invece sono riuscito a incontrare Clara Serina, la cantante dei Cavalieri del re. Ha ancora una voce incantevole. Infine ho scambiato due chiacchiere con Zerocalcare dal vivo e ho avuto la piacevole conferma che anche dal vivo e’ un gran cazzaro simpaticone con la battuta sempre pronta. Avra’ firmato 2000 albi in 4 giorni eppure era sempre felice di scambiare quattro chiacchiere col primo stronzo che andava a disturbarlo. Non mi stanchero’ mai di ripetere che e’ il degno successore di Ortolani. Ah ho incontrato anche Gesu’, ma non mi ha rilasciato autografi.

Le mostre

Come ogni anno mi prendo una mattinata per andare a vedere le mostre dove c’e’ poca gente (pazzi!!!) e dove trovo cose sempre molto interessanti. Tavole di spiderman, artisti che dipingono in tempo reale illustrazioni affascinanti e una bella splendida rassegna di Yoshihiro Tatsumi hanno allietato il mio sabato mattina. Specilamente un video Yoshihiro Tatsumi (una storia costruita intorno all’ombra della madre rimasta impressa sul muro di una casa a Hiroshima dopo l’esplosione nucleare) mi ha rapito e mi ha impedito di allontanarmi fino ad averlo visto tutto. 

E la sera?

Lucca Comics non si esaurisce con la chiusura dei cancelli. A parte che ci sono dei concerti (quest’anno c’erano i Gem Boys) che durano fino alle 9 di sera, io ho la fortuna di conoscere davvero tante ma tante persone. Una volta finita la giornata in fiera si va tutti a cena, si scher
za, si ride, si chiacchiera e si beve birra al Mago dei Vini. Per me questo aspetto della fiera e’ tanto fondamentale quando trovare gli arretrati o parlare con gli autori. Quest’anno magari un paio di serate sono state un po’ piu’ fiacche rispetto all’anno scorso (Lucca 2011 rimane finora una delle migliori Lucca Comics di sempre), ma tutto sommato mi sono divertito e non posso certo lamentarmi.

In Conclusione…

Come ho detto all’inizio, chi vede la fiera di Lucca come un semplice mercatino di oggetti si perde il 99% della fiera. Onestamente mi sono esaltato a vedere Zerocalcare dal vivo a una conferenza, mi sono emozionato a stringere la mano a Joe Dever ancora una volta, e mi sono sentito davvero bene a passare delle belle serate con i miei amici. Sono partito da lucca alle 2 del mattino di Lunedi’ e sono arrivato a casa alle 7, dormendo in autogrill, per poi andare al lavoro. Ma lo rifarei di corsa.
C’e’ una cosa che ogni anno piu’ di ogni altra mi fa capire quanto sia andata bene una fiera di lucca. Prima di andare via mi giro, guardo le mura, le saluto e mi sale il magone perche’ mi rendo conto che e’ tutto finito. Anche quest’anno il magone c’era. Nonostante la pioggia, nonostante le serate fiacche, nonostante la folla e nonostante Obata non mi abbia firmato l’art book. Forse perche’ in fondo chissenefrega se ci si bagna un po’ o se si viene schiacciati da nerdosissimi bambini pacioccosi se poi alla fine si torna a casa con un altro bel ricordo inciso indelebilmente nella memoria… Al prossimo anno Lucca, e grazie a tutti per questi bellissimi quattro giorni.

Camogli paese del sesso

Siccome tutti i giornali ne parlano, copiano le foto ma NON LINKANO IL SITO ORIGINALE

(GIORNALISTI FIGLI DI PUTTANA BASTARDI, MA LO IMPARATE A FARE IL VOSTRO MINCHIA DI LAVORO DI MERDA? SUKATE, STRONZI, SPERO VI VENGANO LE EMORROIDI E MORIATE DI FAME IN GALERA O SOTTO UN PONTE)
linko io il sito di un genio del male che ha fatto un sito su camogli facendo un po’ di fotomontaggi carini che descrivono la citta’ come il paradiso del sesso
Ora. E’ un sito satirico, una cazzata di un cazzaro. Ma a quanto pare il sindaco lo vuole denunciare. MA la smettiamo con ste stronzate? Pensate a qualcosa di piu’ serio per favore.