Categorie
Entropie

PI – Una Commissione per capire internet

PI – Una Commissione per capire internet

“Ai lavori della Commissione interministeriale – conclude la nota del Ministero – saranno chiamati a dare il loro contributo i rappresentanti degli operatori e delle imprese di settore, delle associazioni rappresentative degli autori e dei consumatori, nonché delle Amministrazioni pubbliche centrali e locali”.

Basta che in commissione ci sia uno della SIAE e siamo a posto

Giustamente il carcere e’ una pena un po’ blanda. Magari si passera’ all’ergastolo per chi scarica e/o condivide.

E poi cheppalle sempre a dire i giovani qua i giovani la. Per fare un esempio al Marc che è pieno di pensionati maneggioni sentivo parlare a destra a a sinistra di scaricamenti vari (film, canzoni, etc etc).

Giustamente oltre agli studenti poco danarosi (tolto Prophecy e Capitan Chaos che han il vizio delle belle auto e delle belle donne a impoverirli) ci sono anche quelli che con la pensione fanno fatica a tirar avanti, che trovano in Internet un nuovo passatempo

E cosa gli vuoi dire ad un anziano, lo stesso che tanti ipocriti dicono? Un “Vai a lavorare e compratela la robba invece di scaricartela?”. Ma andate a cagare…

Riflettete Riflettete Riflettete

P.S. Vorrei proporre un massimo legale di scaricamento, chesso 5 screener 20 mp3 e due giochi al mese.

Di abdul

Abdul Alhazared, a.k.a. Al Azif, ha circa 1000 anni e gironzola su vari piani dell'esistenza. Dopo aver scritto il Necronomicon si è dedicato alla tecnologia e alla scienza, muovendosi di tanto in tanto in Europa.

Una risposta su “PI – Una Commissione per capire internet”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.