Categorie
Entropie

X-Men: Ultima Standa

107 millioni di dollari in tre giorni non sono bruscolini.

Non posso dire che sia brutto, certo Bryan Singer manca e si vede.
Ci sono un paio di errori clamorosi, troppi personaggi, la storia stessa fa acqua da tutte le parti.

Gli aficionados della serie credo rimarranno molto scontenti per le scelte fatte.

Le scene d’azione sono avvicenti, ma certi X-Men sono veramente inutili e fastidiosi.

Già si parla già di un quarto episodio, oltre agli spin-off su Wolverine e Magneto(che data la trama, potrebbe benissimo venir diretto sa Spielberg).

Speriamo nell’arrivo di Gambit, nel ritorno di Nightcrawler e soprattutto speriamo di vedere più Kitty Pride / Shadowcat. Mi scuso per la svista, Kitty Price sembra il nome di una baldracca d’alto bordo.

In ogni caso se andate al cinema, aspettate la fine dei titoli di coda…

Di abdul

Abdul Alhazared, a.k.a. Al Azif, ha circa 1000 anni e gironzola su vari piani dell'esistenza. Dopo aver scritto il Necronomicon si è dedicato alla tecnologia e alla scienza, muovendosi di tanto in tanto in Europa.

3 risposte su “X-Men: Ultima Standa”

eehh, in effetti se non avessi letto su internet che c’era una scena aggiuntiva ma ne sarei andato prima anch’io, anche perchè i titoli di coda sono piuttosto lunghi
vabbè, per chi non lo ha ancora visto

!!!!SPOILER WARNING!!!!

hai presente quando verso l’inizio del film Xavier fa la solita lezione di “morale mutante” agli studenti e fa vedere, attraverso un monitor, un tipo steso a letto, in uno stato vegetale, nato senza “coscienza” (o una roba simile)?
ecco, alla fine si sveglia e chiama per nome la dottoressa… con la voce di Xavier!
traduzione: Xavier, prima di morire, trasferisce la sua coscienza nel corpo di quest’uomo

…che storia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.