Computer elastici per bambini spastici

Ed è dopo l’invenzione del web che finalmente capiamo che il computer deve farsi usare a tutti i costi dalla gente. Il computer deve diventare più semplice. E di conseguenza gli esperti di interfacce grafiche (una figura allegorica inventata dai reparti marketing, al pari dei “professionisti del pulito” e dei “nemici dell’igiene”) inducono: più semplice… più semplice, quindi… adatto ad un bambino.

Errore madornale.

Escono sul mercato due prodotti:

© 1992-1993 At Ease della Apple
© 1995 Microsoft Bob

Sono colorati, sono giocosi, sono adatti ad un bambino. Se non che il bambino il computer lo sa già usare. Dovevano progettarlo per un pubblico di signori di 40-60 anni.

Quindi, tette. Tante.

Che spuntassero da dovunque.
“Oh, se titilli questa, si apre un menu. Cosa dice qua? Ah… «più tette!» allora clicco!”

Abbiamo perso una generazione. Immolata sull’altare degli esperti di interfacce grafiche.

Maledetti.

Zingus J. Rinkle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto