Categorie
Entropie

Addio Geocities (reprised)

Update: La spina è stata staccata…

New GeoCities accounts are no longer available.


Ai tempi della vecchia era, quando blog, reti sociali e portali flash non esistevano, alcuni paradisi virtuali ti permettevano di creare pagine web senza dover pagare un centesimo a nessuno.
Tra i vari Lycos, Tripod, Geocities si distingueva per non imporre odiosi banner a tutto schermo.

Era il tempo del web completamente statico, l’unica cosa dinamica erano le applet java con cui ci si divertiva ad appesantire le homepage con qualche foto e qualche effetto acquoso (le applet di Anfiteam)

  • il 90% delle pagine erano nere (con un bel body bgcolor:#000000, i css erano appena nati)
  • midi ovunque come sottofondo all’apertura delle pagine
  • come già detto le reti sociali non esistevano, la cosa più sociale che c’era erano i web ring
  • Altavista regnava incontrasto
  • nell’estate del ’96 dopo l’uscita del MAME, c’erano un sacco di siti carichi di ROM, di MP3 e di rm (realmovie di sigle cartoni animati, le puntate intere erano ancora troppo grandi)

Cosa è rimasto degli anni ’90? Tra i miei vecchi bookmark trovo più poche cose: tra questi

Per il resto o i domini sono morti, oppure se li sono comprati i soliti avvoltoi che linkano la foto di questa ragazza.

Addio Geocities, la crisi ha mietuto un’altra vittima. Speriamo di scrivere un post simile tra qualche anno, per Facebook.

Di abdul

Abdul Alhazared, a.k.a. Al Azif, ha circa 1000 anni e gironzola su vari piani dell'esistenza. Dopo aver scritto il Necronomicon si è dedicato alla tecnologia e alla scienza, muovendosi di tanto in tanto in Europa.

3 risposte su “Addio Geocities (reprised)”

Eh, ma il JoJoFC e’ “morto” per due ragioni essenziali: fine del manga, e crescita generazionale degli iscritti. Che significa, essenzialmente, che tutto cresce e tutto si trasforma, anche i vecchi siti e le vecchie abitudini.

Panta rei, panta rei. E’ vero. Ma le passioni rimangono sempre, altrimenti non dovrebbero esistere neanche i siti sui robottoni anni ’80.
Poi con la crisi di idee che c’è vedrai che Araki, quando finirà Steel Balls Run farà una qualche ennesima serie di JOJO.

Se ti manca JoJo, puoi sempre provare a rileggerti una fanfiction come si deve: (pubblicita’) http://www.jojofc.it/MoMa.pdf (/pubblicita’) ^^
Comunque un conto e’ la passione per un personaggio, un’icona, un marchio, eccetera… specie quando il tempo passa ma resta chi lo apprezza. Ma, prendendo il jojofc come esempio, non e’ che si e’ evoluto JoJo: si sono “evoluti” coloro che formavano quel gruppo. Ci si sente ancora, ma alla fine sono contatti singoli e dettati dall’amicizia reciproca, e non dal fumetto che fu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.