Categorie
Entropie

Bruxelles e Gent 2012

“Sapete perchè i frati trappisti cantano sempre? Bevete una delle loro birre e capirete”

Approfittando del mega ponte dal 25 Aprile, aka Prophecy’s Day, al 1° Maggio mi sono recato nuovamente in uno dei paesi che più adoro: il Belgio.
Questa volta la visita si è estesa da Bruxelles a Gent, cercando di visitare le migliori birrerie della zona. Questo post è un addendum a quello di due anni fa.

Bruxelles

  • Delirium Tremens due piani di morbidezza. Un piano ricolmo di spillatrici ed uno di bottiglie (circa 250 tipi di birra diverse, non hanno la lista hanno una specie di elenco telefonico con tutte le birre belghe e da altre parti del mondo)
  • Janneke Pis, oltre al pupo che piscia, c’è anche la bambina accovacciata dietro una grata. Gira voce che da qualche parte ci sia anche un cane che piscia ma non l’ho trovato
  • Tempio della birra, dove oltre a qualche souvenirs ho trovato Il gioco di carte della birra BeerCards 

Gent

E’ caruccia come città, anche se continuo a ritenere più caratteristica Bruge. Un po’ più moderna, ed essendo anche città universitaria un po’ più “viva”.
Alcuni aspetti interessanti:

  • i canali con accanto le ricche ville con un piccolo molo per far attraccare le barche
  • le varie piazze del centro (Grote Markt, Koren Markt etc etc)
  • la fabbrica della senape, consigliatami da un collega veramente esperto
  • il “centro sociale” la Fabrique. Questo locale segnalato nella guida per viaggiatori come posto economico dove mangiare è in realtà un ex fabbrica dove vengono accolti ragazzi difficili e dove per tale motivo non viene servito alcool

Birre degne di nota tra le centinaia e centinaia

  • Tripel karmeliet
  • Guillottine
  • Satan Gold
  • Duvette
  • Pauwel Kwak, di cui ho trovato il mitico bicchiere all’aeroporto.
  • Barbar
  • Delirium Tremens

Per le dame consiglio la Kriek alla ciliegia, o la Pecheresse alla pesca, li ne vanno ghiotte.
La Jupiler e la Maes che sarebbero le birre da pizza belghe.

Stuzzichini

  • I gauffre
  • Gli spiedini di frutta immersi nel cioccolato fuso…
  • La Mitraillette (una piccola baghette piena di hamgurger e patatine fritte)
  • I muscoli fritti 
  • La carbonadde alla birra (uno stufato locale)

Piccola nota sul volo Genova -> Bruxelles (il mercoledì e il sabato) non male essendo di breve durata in questo caso Ryanair si può sopportare. Non si può sopportare il ritorno in Italia, con gli stranieri che si trovano spersi al Cristoforo Colombo e dove il volabus (6euro per 60 minuti su tratta urbana, ricordiamolo) è dotato di autista amt tanto scazzato da non poter nemmeno aiutare i turisti anziani a caricare i bagagli.

Di abdul

Abdul Alhazared, a.k.a. Al Azif, ha circa 1000 anni e gironzola su vari piani dell'esistenza. Dopo aver scritto il Necronomicon si è dedicato alla tecnologia e alla scienza, muovendosi di tanto in tanto in Europa.

Una risposta su “Bruxelles e Gent 2012”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.