Categorie
Entropie

Cani Zombie a Pittsburg

Preferirei la data che accompagna questo aritcolo fosse quella del primo di aprile, non lo e’.

4 risposte su “Cani Zombie a Pittsburg”

old, tanta paranoia e la parola zombie buttata li a caso. Mai nominare gli zombie invano, sono una reale minaccia! Questa invece sembra una delle poche cose sensate che stanno facendo in medicina: devi fare un’operazione che richiede casino, cuore aperto, trapianto di pizza e fichi? Invece di stare con tanti macchinari a mantere tutto funzionante, gli dai una congelatina, lavori tranquillo prendendoti il tuo tempo, poi fai ripartire il tutto

“Tests show they are perfectly normal, with no brain damage.”
Si quello dei cani però,vediamo un po’ come vanno a finire i test sul cervello umano, chessò magari uno perde la memoria o impazzisce lentamente.
Se funzionasse però si potrebbe applicare a casi di emergenza o in operazioni chirurgiche delicate (basta sto vedendo troppo Dott. House)

Dreadnaut: Chiamiamola animazione sospesa ed accogliamo Picard in plancia.

Abdul: Ma come non sai che e’ semplicissimo verificare il funzionamento di una cosa che non si sa come funziona?

E comunque fa’ una certa impressione. Mi rifiuto di credere non ci sia nemmeno un po’ di decomposizione.

C’era un bel film tempo fa in cui la gente moriva pero’ era stata trattata in un modo che non se ne accorgeva e vabbe’ degenerava fino a ridursi in un barattolo. “Non era la morte ti fa bella,” ma la versione piu’ cazzuta con piu’ esplosioni ed un paio di poliziotti morti come protagonisti. Mi torna in mente perche’ questa gente in effetti non aveva sangue, ma acquetta. Che e’ quello che ti viene iniettato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.