Rlieh

I'm getting older and need something to R'Lieh on

Final Fantasy: Advent Children

Per una volta, recensisco qualcosa io 🙂

Prendete una persona qualunque e mandatela al cinema a vedere questo film. Uscira dubbiosa di quello che ha visto, e lo cataloghera’ come storia agitata, ingarbugliata e incomprensibile. Prendere una persona che abbia finito FF-VII e lo giudichera un capolavoro 🙂 E’ difficile raccontare questo film senza spolierare su di esso e sul gioco: se non avete finito il gioco, assolutamente non leggete quello che segue – se avete intenzione di vedere il film, avanti piano, con cautela

Si, voglio leggere

“A coloro che una volta hanno amato questo mondo
e speso tempo con i suoi amici”

Fine del gioco, inizio del film

Questa e’ la scritta che introduce le prime immagini di questo film: un film per chi ha amato Final Fantasy VII, non per altri. Il gioco terminava con la sconfitta di Sephiroth ed un piccolo filmato che mostrava il pianeta risanato dopo 500 anni, la citta’ di Midgar ricoperta dalla vegetazione. Con questo stesso filmato comincia il film ma il suo racconto si svolge molto prima, a soli due anni dagli eventi del gioco, quando i postumi della guerra sono ancora ben visibili.

Aah, che ricordi

Un breve riassunto cerca di rendere il film comprensibile per chi non conosce la storia e questo basta a rendere The Spirits Within un lontano, brutto, ricordo. L’animazione e’ notevolemente migliorata in tre anni: la camminata dei personaggi non e’ stitica, sembrano finalmente avere un peso e interagire col pavimento. Non voglio pensare al numero di poligoni in ballo… semplicemente, di piu’. Gli scenari sono perversamente particolareggiati, molti ben conosciuti ai giocatori. La meraviglia e’ il movimento della telecamera, la possibilita’ di osservare questi luoghi da diversi punti di vista dopo averli visitati un tempo con una visuale fissa dall’alto :-).

Cloud e... l'Highwind !?

In questa Midgar desolata, che sembra lentamente tornare alla normalita’, vive Cloud. La sua spada e’ sempre piu’ grossa, insensata e inelegante, ma non importa, ora si divide in due :-). All’esterno delle mura il deserto, e i pericoli come sempre: niente piu’ incontri casuali ma… qua mi fermo 🙂 Di piu’ inizio a dare via pezzi importanti del film

Vincent

La storia, come si poteva immaginare, e’ incentrata su Cloud (che in giapponese suona in modo preoccupante come “Corrado”), ma tutti i personaggi del gioco riappaiono, purtroppo senza rubare abbastanza la scena al protagonista. Oltre a Tifa, l’unica vecchia conoscenza che riesce a fare un discorso abbastanza lungo e’ Vincent, animato in modo meraviglioso: resterete ipnotizzati dal suo mantello che si muove come se fosse fumo. Tutti gli altri non hanno il tempo di essere caratterizzati, rendendo forse il film insensato per chi non li conosce: chi sono questi tizi che appaiono, fanno qualcosa e scompaiono? perche’ sono importanti? Perche’ quello che si chiama Cid corre come uno scemo? (si, la corsa un po’ alla Sampei di Cid e’ stata accuratamente realizzata! )

Rude e Reno

I personaggi comici principali sono invece Reno e Rude (due dei Turks!) esattamente fighi, bulli ma sfigati come ce li eravamo immaginati. -Come, i cattivi sono ancora vivi?- Si, ma non sperate in un banale ritorno…

Commenti finali? Bello, forse un po’ veloce. Aggiunge qualcosa al gioco, ne e’ la continuazione, spiega un paio di particolari. Ottima animazione, la colonna sonora che conosciamo integrata da qualche pezzo simil-Carmina-Burana molto apprezzato dai peli sulle mie braccia. Da vedere, e al cinema. Tratti negativi? So che sarebbe stato impossibile, ma il mondo di FF-VII non e’ stato portato interamente sullo schermo, solo una piccola parte di esso… avrei voluto vedere la varieta’ degli animali, o almeno un Cactuar, magari Wutai e di certo il Gold Saucer. Ma la storia e’ diversa, e solo un Mog fa’ un piccolo cameo, assieme ad una Gunblade di FF-VIII.

...personaggi

E Aeris? (EXTRA SPOILER)

Tignosi, cosi’ volete proprio sapere? Siete certi di non voler vedere il film in pace? Su dai, non leggete.

Dimmelo dimmelo dimmelo dimmelo!

Peggio per voi. Scoprirete dalle prime scene che nessun grande amore e’ nato fra Cloud e Tifa, mentre Cloud ha come sempre qualcosa di bacato nella testa. Ma Aeris e’ morta alla fine di quel maledetto primo cd (neppure un coordinato sforzo mentale di tutti i giocatori di FFVII puo’ riportarla in vita) e Cloud sembra ancora considerarsi impotente, e colpevole di tutte le cose negative che accadono alle persone accanto a lui. In qualche modo pero’ Aeris appare nel film e ci riporta a sperare esattamente le stesse cose che abbiamo pensato dal momento della sua morte in poi: non e’ veramente morta, ci siamo sbagliati, e’ tornata in vita – ma la verita’ ?

Aeris?

P.S.: ora sono certo che “Jenova” si pronunci esattamente come il nome della citta’. Proppo smettila di spostare l’accento che mi vengono i brividi.

P.P.S.: due particolari negativi devo pero’ aggiungere: la presenza di un elicottero, non perche’ fosse un elicottero (c’erano in FF) ma perche’ era un elicottero normale, terrestre, gia’ visto. Per lo stesso motivo, anche i telefonini: la loro forma e’ troppo “normale” per apparire in un film del genere.

dreadnaut

Dreadnaut è un anziano signore che si lamenta dei giovani sugli autobus —insomma, è una vergogna— ed osserva il mondo che passa. Scrive di tanto in tanto su R'Lieh, ma è di casa altrove.

Un pensiero su “Final Fantasy: Advent Children

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto