Categorie
Entropie

Resoconto .Net RoadShow e di come Prophecy voleva gridare "Sono un Pirata!!!"

Un’insolita Fiumara mattutina attendeva i partecipanti allo sbaraglio.
Dopo il classico ritiro di badge, penna e foglietto mi sono recato in una delle sale cinematografiche per prendere posto e assistere il corso/seminario/presentazione su Asp – Asp.Net.
Devo dire che non avendo mai scritto una riga di asp pensavo di rimanere un po’ spiazzato dagli esempi, ma mi son presto ricreduto.
Grazie al Visual Studio e al suo design editor, il presentattore cliccando a destra e a sinistra ha creato web form funzionanti senza scrivere due righe di codice asp. L’interazione con il framework è poi molto utile: sostanzialmente tramite IIS e .Net si ha la libertà di scrivere codice in un altro linguaggio (nel caso era vb.net) importarlo all’interno di un file aspx e compilarlo a richiesta.
10:00 Prima Parte
12:30 Pranzo
14:00 Arriva il Prophecy+Seconda Parte
15:30 (circa)Coffee break
16:00->18:40 Ultima Parte

Pro:

  • L’editor di .Net è molto valido (Prophecy confermerà), grazie soprattutto all’uso dei design tools (tra i quali la datagrid che ti permette di introdurre tabelle con dati presi da un DB a runtime).
  • Per la prima volta ad un evento del genere vedo utilizzare e lodare Firefox.
  • Carini i webform.

Contro:

  • Per ogni pagina aspx l’editor genera troppa spazzatura: dll,config,e cazzate varie.
  • Come al solito la MS cerca di rivendere come nuove vecchie idee. Tra queste le virtual directory di IIS, scopiazzate da Apache e un supporto (che sarà lanciato con VStudio 2005, presentato in anteprima) per skinnare le pagine web sia a livello grafico(e vabbe ci sono già i css) sia a livello di singolo script interno alla pagina.
  • Il trucco dei webform sta nel fatto che una pagina aspx manda i parametri di un form a se stessa tramite il web server. Il problema è che sti dati li mette in un campo hidden all’interno della pagina stessa e ciò implica un aumento variabile in termini di kb sulla pagina stessa.

Segnalo alcuni strumenti citati nel seminario: Webmatrix
per utilizzare le funzionalità di Asp.Net senza tutto l’editor completo.
Il webserver Cassini
Il modulo .Net per Apache mono
Questo il blog del MVP che ha presentato il tutto, dovrebbero essere linkati anche gli slide e gli esempi.

P.S chi nella mattinata avesse avuto il coraggio di ammettere l’utilizzo di software illegale avrebbe ricevuto un paccozzo con il VStudio Professional del prezzo circa di 1000€

Di abdul

Abdul Alhazared, a.k.a. Al Azif, ha circa 1000 anni e gironzola su vari piani dell'esistenza. Dopo aver scritto il Necronomicon si è dedicato alla tecnologia e alla scienza, muovendosi di tanto in tanto in Europa.

Una risposta su “Resoconto .Net RoadShow e di come Prophecy voleva gridare "Sono un Pirata!!!"”

Condivido tutto quello detto da Abdul. L’editor di ASP.net é veramente favoloso… aree private professionali create in 2 nanosecondi. Peccato che per quanto riguarda la grafica dei siti non si riesca ancora a fare NULLA.
Inoltre é veramente notevole come certe idee siano la scoperta dell’acqua calda… come l’uso delle sessioni cookieless che PHP fa da anni, o le connessioni ai database PHP style. In questo caso é stato veramente divertente vedere come NESSUNO sapesse usare SQL e con ADO DB facessero le peggio cose sui database senza sapere cosa stessero effettivamente facendo. Con ADO.net la microsoft ha copiato brutalmente PHP (anche nel modo di connettersi e fare le chiamate ai DB) dicendo che “l’utente deve impararsi SQL se vuole accedere ai DB”.
Notevole anche il predicozzo sui cookie… ma ve lo racconterò un’altra volta ^_^

A parte l’editor strabeccio e la gestione dei ruoliautorizzazioni, non ho trovato significativi motivi per usare ASP.net al posto del mio adorabile PHP ^_^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.