Categorie
Entropie

digressione in re minore

Oramai non esiste portale o sito che non sia un blog oppure che abbia un suo blog interno.
Lode ad rss, atom, etc etc che ci dicono quando un sito è stato aggiornato (lassismo).
Iniziano a proliferare anche tanti bei podcast (mov,avi, 3gp e finalmente mp4) perchè fa tendenza come aver l’iPod.
Ormai troviamo blogger che si credono giornalisti o fotografi e podcaster che si credono registi.
Alla fine degli anni ’90 spuntavano a destra e sinistra siti su Geocities, Fortunecity, Lycos. Si chiamavano siti personali e basta.
Certo i risultati per l’utente comune erano molto meno gradevoli di adesso: i css erano appena nati, si conoscevano solo frontpage e composer, la gente andava avanti a frame, tabelle e applet (qualcuno ne trova ancora in giro?)
Oggi con una email e quattro click attivi tutto-free il tuo portale con basedati, generazione dinamica delle pagina e stile variabile al passare delle ore e dell’umore(ancora lassismo)
Pagine bianche, pagine gialle, wikipedia, fax, bollette, prenotazioni tutto da web. La tecnologia che ci semplifica tutto (mega lassismo).
Oggi abbiamo Ajax, Json e Google Map. La tecnologia che ci permette di personalizzare tutto.
Ma tutto questo finirà prima o poi? Le tendenze cambiano, morirà la blog tendenza?
Cosa ci riserva il futuro, tracollo della rete permettendo? Il flash sarà relegato ai soli giochi, video, animazioni in 3d e videoconferenze? Voip sui cellulari? Chiamate gratis? Spam su voip? Se mi chiama un numero 44444444 per vendermi un folletto io posso risalire a chi mi ha chiamato?No perchè la folletto non vende per telefono. E il WiMax che fine ha fatto? E perchè non dichiariamo illegale il drm? Cioè perchè io dopo che ho perso tempo a scaricare interamente un filmato wmv, devo ricollegarmi per scaricare un certificato digitale che mi permette di vederlo?!? Perchè tutti i filmati (tutti i generi) sul p2p che hanno i nomi scritti bene (nessuno tra [.-,* ] etc) sono dei fake o sono wmv protetti(seconda legge del p2p, qua c’è la prima)?

E dopo le riflessioni ecco un po’ di cazzate.

Questa sera al tg5 hanno fornito i due numeri gratuiti a cui inviare sms (48236 oppure 4312345) per ricevere prezzi aggiornati su categorie alimentari. Al momento ancora aspetto il prezzo delle cipolle del giorno.

Un gruppo di ricercatori ha potuto esaminare una pietra marziana caduta in Egitto nel 1911 e, al suo interno, ha trovato tracce di carbonio.

Era il 28 giugno 1911, quando alle 10:00 più di quaranta pietre caddero a terra ad Abu Hommos, presso Alessandria d’Egitto: la caduta era stata preceduta dall’apparizione di una nube e da parecchie detonazioni. Vennero avanzate tante ipotesi, poi si scoprì che il fenomeno era legato all’arrivo sulla Terra di un meteorite. Furono raccolti numerosi frammenti per un totale di circa 40 chilogrammi. Si disse che il meteorite colpì un cane e lo uccise, tuttavia nessuno è riuscito a dimostrare la notizia.

Interesserà sicuramente gli studenti di medicina ed i serial killer questo allegro sito su disegni anatomici.
Agli altri piacerà il Coniglione gigante Herman

Notevole acqua generata in CG e tanto per approfondire l’argomento qua trovate un fottio di filmati

Di abdul

Abdul Alhazared, a.k.a. Al Azif, ha circa 1000 anni e gironzola su vari piani dell'esistenza. Dopo aver scritto il Necronomicon si è dedicato alla tecnologia e alla scienza, muovendosi di tanto in tanto in Europa.

5 risposte su “digressione in re minore”

Si può fare _quasi_ tutto online… Oggi ho dovuto fare la coda allo sportello ACI di via Milano per pagare il bollo della mia auto. Ufficio puzzolente, una sola impiegata malatissima che tossiva e raccontava di sua sorella a Torriglia che non so cosa ha fatto. Ha continuato a parlare anche quando quella davanti a me in coda era ormai già uscita da un pezzo.

Essendo il primo bollo non ho potuto pagare in altro modo se non in contanti. Niente Internet, niente carte di credito, niente. Ha voluto anche 1.55€ in più per ‘le commissioni’. Ho mandato anche una mail al servizio informazioni ACI dedicato al bollo auto per chiedere informazioni. Ho vinto la scommessa che nessuno mi avrebbe risposto. Peccato che l’ho fatta con me stesso.

comunque, io oggi ho provato a ricaricare il cellulare dal sito delle poste, come faccio sempre da un botto, e non me l’ha lasciato fare dandomi un errore insensato.

inoltre provai a pagare il bollo ma mi dissero che dovevo conoscere l’importo esatto per poterlo pagare – e mi sarei dovuto dunque fidare di quanto calcolato dal sito della motorizzazione… mmmh poco convinto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.