Here comes the Power

Mi scuso per il ritardo della recensione, ma a causa del lavoro non ho avuto il tempo
fino ad oggi di scaricare foto e scrivere. Le foto hi-res le posterò a breve altrove.

Ringrazio Rincewind ed il Gracio per i consigli fornitimi. Ringrazio anche il concetto di Rata per avermi permesso l’acquisto.

Ficiurz

  • La cura per piccoli particolari ha quasi del maniacale, a parte la confezione basta vedere l’alimentatore con avvolgi cavo retrattile e adattatori per spina italiana o shuko
  • il pulsante che ti mostra lo stato di carica della batteria (si c’è anche nei fujitsu-siemens ma per vederlo bisogna staccare la batteria dal portatile)
  • l’assurda durata della batteria: due ore di wireless, otto ore di standby ed ancora 3 ore di lavoro.
  • il collegare una periferica ed usarla immediatamente, senza neanche dvoer inserire un driver
  • attivare una connessione di rete con un click

Per chi è stato abituato ad un portatile pesante, rumoroso, iperesotermico un simile gioiellino è pura manna.
Il software in dotazione è già parecchio, su 80 GB di hard disk ne rimagono liberi 60GB.
Per chi ha trovato installato la versione ’05 di iLife e iWork può richiedere alla Apple gli aggiornamenti entro il 31 Marzo al modico prezzo di 13,99 €.
Ho fatto l’ordine giovedi 2, ieri pomeriggio è arrivato il plico con i dvd dall’Olanda…

E’ tutto un mondo nuovo, sto facendo lentamente l’abitudine a non usare il tasto destro del mouse e ad usare il tasto mela, tutto è a portata di scorciatoia.

Per quanto riguarda il software devo solo trovare il tempo di testarlo.

4 commenti su “Here comes the Power”

  1. Bravo! Ora che sei entrato nel club dovrai iniziare a partecipare ai riti di adorazione di Steve Job che teniamo tutti i mercoledì sera.
    Ti consiglio immediatamente di provare quicksilver, serve a lanciare le applicazioni, che non stanno tutte nella dock.

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.