Rlieh

I'm getting older and need something to R'Lieh on

di getto

Un mouse piccolo piccolo, ci ha pure la rotella sorbole!

Il supereroe più squallido che esista, Capitan Copyright


Al grido di “Se Dio esiste mi salverà” un pazzo si è gettato nella gabbia dei leoni di uno zoo, una leonessa stizzita dall’instrusione lo ha ucciso recidendogli la giugulare.
Che sia di lezione a chi contravviene al secondo comandamento.

A proposito di animali, ecco un’allegro spot della Pepsi. Altro fantastico spot tedesco.
Libero video porterà nuova linfa a Rincewind che ultimamente tira la fiacca.

Una delle poche applet interessanti che sono rimaste in rete, un visualizzatore dell’albero DOM di una pagina HTML. Guarda bello rlieh.

Legenda colori

blue: for links (the A tag)
red: for tables (TABLE, TR and TD tags)
green: for the DIV tag
violet: for images (the IMG tag)
yellow: for forms (FORM, INPUT, TEXTAREA, SELECT and OPTION tags)
orange: for linebreaks and blockquotes (BR, P, and BLOCKQUOTE tags)
black: the HTML tag, the root node
gray: all other tags

Impiantarsi un magnete sottopelle fornirebbe un senso in più? Pare di si.
Un tecnico del suono dopo un incidente rimane con una scheggia di metallo in un dito.
Da quel giorno riesce a percepire se uno speaker è magnetizzato oppure no avvicinando il dito.
Questa scoperta ha portato uno studente si è fatto impiantare un magnete sottocute e ora tra un infezione e l’altra, riesce a percepire con un tremolio del dito quando il disco fisso di un portatile si muove oppure quando un cavo elettrico è percorso da corrente.

abdul

Abdul Alhazared, a.k.a. Al Azif, ha circa 1000 anni e gironzola su vari piani dell'esistenza. Dopo aver scritto il Necronomicon si è dedicato alla tecnologia e alla scienza, muovendosi di tanto in tanto in Europa.

2 pensieri su “di getto

  1. “Un tecnico del suono dopo un incidente rimane con una scheggia di metallo in un dito. Da allora…”

    “Un giovane foto reporter durante un incidente di laboratorio viene morso da un ragno atomico. Da allora…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto