Rlieh

In girum imus nocte ecce et consumimur ignI

il ritorno degli incubi adolescenziali

Nel paese dei tronisti, di Maria De Filippi, di Lucignolo, Studio Aperto e Cultura Moderna, il ministro dell’Istruzione si preoccupa e dati alla mano pensa di ristabilire gli esami di riparazione.

Aboliti nel 1995 dall’allora ministro D’Onofrio furono sostituiti prima con i ‘corsi di recupero’ da frequentare a settembre e poi con i ‘debiti formativi’ da recuperare durante l’anno successivo.
Se non ricordo male, gli esami furono proprio aboliti per un problema di costi.
Ora come sappiamo tutti la Scuola Italiana è ricca.

Avendo vissuto in prima persona le rimandature devo dire, a mente più aperta dopo ben 14 anni dalla loro abolizione, che forse, alla fin fine servivano a qualcosa.
Ci si portava ogni tanto il libro alla spiaggia, ma non è che si passasse 3 mesi sui libri. La cosa peggiore per la famiglia del rimandato era il sostenere la spesa di lezioni private, regolarmente in nero, presso qualche docente in pensione/neolaureato.

Poi arrivarono quelle associazioni che prendono il nome di Cepu e Scuola Radio Elettra.

Il governo si lamenta delle lacune di matematica allo scientifico, di quelle in latino al classico.
Io avrei dei dubbi anche sull’italiano scritto e parlato…

Ma analizziamo insieme quali sono i colpevoli di questo malessere

  • i politici italiani, di destra e di sinistra, che negli anni hanno mandato a donnine l’Istruzione
  • per l’italiano i cellulari, il t9 e tutti gli altri dizionari digitali
  • per la cultura Internet: è troppo facile oramai fare una ricerca o trovare la traduzione bell’è pronta di una versione in latino.
  • la banda larga e le flat: quando si pagava ogni minuto di connessione non si cazzeggiava così tanto in rete, non si stavano a cercare filmati stupidi a caso per ore e ore. Non si stava a postare cazzate come il post che sto scrivendo e che voi state perdendo tempo a leggere.

Ma vediamo i lati positivi del ritorno degli esami di riparazione

  • ripetizioni private: maggiore giro di soldi a prescindere che siano in nero o dichiarati
  • impiego di un maggior numero di docenti per seguire gli esami a Settembre . Verrebbero bene tutti i docenti precari che ne han tanto bisogno
  • “probabile” innalzamento del livello medio culturale

Volete paragonare i paninari degli anni ’80 coi truzzi di oggi?

Ma il titolo del post è al plurale. Parlando di Leva Militare, il Ministro della Difesa Parisi ci ricorda che

il servizio militare obbligatorio infatti non è stato abolito, bensì sospeso, e in caso di “grave crisi” potrebbe essere riattivato. Per questo motivo, è necessario che le liste di leva siano sempre aggiornate.

abdul

Abdul Alhazared, a.k.a. Al Azif, ha circa 1000 anni e gironzola su vari piani dell'esistenza. Dopo aver scritto il Necronomicon si è dedicato alla tecnologia e alla scienza, muovendosi di tanto in tanto in Europa.

4 pensieri su “il ritorno degli incubi adolescenziali

  1. Direi che il t9 e compagni c’entrano poco. Bastasse conoscere un po’ di ortografia per conoscere una lingua…

    Per me il problema di base è che se fare l’insegnante è un lavoro pagato poco, per forza di cose ci saranno molti insegnanti mediocri. Più quelli che potrebbero fare lavori migliori, ma insegnano per vocazione, e per fortuna ce ne sono.

  2. “Ma analizziamo insieme quali sono i colpevoli di questo malessere…”
    non lo so, io direi che è piuttosto l’uso e l’abuso di questi mezzi il problema, non tanto la loro esistenza… un po’ come tutto d’altronde 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto