Rlieh

I'm getting older and need something to R'Lieh on

Client Access License

Respinto il ricorso di Microsoft per la multa di 497 Milioni di Euro

Ricordo, come ho fatto nel lontano 2004, che tale sentenza prevede

  • la separazione del media player dal sistema operativo (e quindi ora vale anche per Vista)
  • fornire informazioni circa l’interoperabilità dei software concorrenti con Windows

Non ne va proprio bene una ultimamente a “zio” Bill

Aspettiamo la reazione di casa Redmond…


Tra l’altro volevo parlarvi di una simpatica cosa che Microsoft utilizza per gestire le licenze e che ai più non è nota: le CAL (Client Access License)
Oltre alle classiche licenze per le workstation e per i server, ogni macchina che si collega ad un server Microsoft deve possedere una CAL per poter utilizzare “legalmente” i servizi del server.

A CAL is not a software product; rather it is a license that gives a user the right to access the services of the server.

Questo vale per qualsiasi workstation/server che si connette ad un server Microsoft: che sia Windows, GNU/Linux, Apple o salcazzo.

Quindi

  • se vi connettete ad un dominio Win2K o Win2k3,
  • se utilizzate una cartella condivisa in rete Microsoft

dovete pagare.

Basta che vi sia uno scambio di username e password con il server MS e siete fregati.

Per fare un esempio una licenza di Microsoft Exchange viene a costare. E non vi sto neanche a dire che ci sono anche le cal Per Seat, Per Server, Per Processor e Per Mailbox

abdul

Abdul Alhazared, a.k.a. Al Azif, ha circa 1000 anni e gironzola su vari piani dell'esistenza. Dopo aver scritto il Necronomicon si è dedicato alla tecnologia e alla scienza, muovendosi di tanto in tanto in Europa.

2 pensieri su “Client Access License

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto