Rlieh

I'm getting older and need something to R'Lieh on

LOST: The End

Non parlerò dell’ultima puntata di Lost, ci sono troppi siti, blog, gruppi, forum e salcazzo che si fanno, in questo stesso istante, enormi psicopompe (occhio che qua ha doppia accezione) su quale sia il significato intrinseco del finale e della serie nella sua interezza.

a differenza di tutti i siti che hanno spoilerato maldestramente il finale io lo faccio con classe

Voglio invece evidenziare alcuni punti fondamentali del pre e post Lost:

  • innanzi tutto l’enorme interesse del pubblico verso le versioni originali e indirettamente verso le community di traduttori e/o fansubbary, tanto che Sky è dovuta ricorrere ai ripari trasmettendo gli ultimi episodi della sesta stagione direttamente in originale, sottotitolandoli.
  • Lost è stata la serie più condivise sul P2P e questo non ha fatto perdere una beneamata cippa di dollari a nessuno, anzi. I fan (me compreso) acquistano i box dei dvd delle serie per apprezzare quei dettagli che si riscoprono rivedendo ogni singolo episodio
  • il club delle seghe mentali: Lost è la serie con più elocubrazioni mentali, rumors, gruppi di discussioni e fan che esista in Rete. Da questo punto di vista, mi perdonino i detrattori, gli anti-fanboy, e gli hater, ma gli autori sono riusciti nell’intento. Cacchio la gentenei forum ha tirato fuori di tutto: religione, numerologia, antichi egizi (personalmente mi ero andato a spulciare tutte le leggende delle divinità del Nilo), qabbala, astronomia, matematica, fisica, etc etc
  • una serie che è bella da vedere, per la qualità della scenografia e della fotografia, da ascoltare per la colonna sonora, da esaminare per gli innumerevoli collegamenti sparsi qua e la in ogni episodio

abdul

Abdul Alhazared, a.k.a. Al Azif, ha circa 1000 anni e gironzola su vari piani dell'esistenza. Dopo aver scritto il Necronomicon si è dedicato alla tecnologia e alla scienza, muovendosi di tanto in tanto in Europa.

3 pensieri su “LOST: The End

  1. Lost… è una cagata pazzesca! 😛
    E non devo neanche argomentare, perché così "alimento il mistero"… proprio come i "bravi" sceneggiatori di Lost.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto