Categorie
Preview

Enlightenment 0.17

Eccovi in anteprima alcuni screenshot del nuovo Enlightenment…

La schermata di apertura:
e17 welcome screen

Il menu’ di configurazione delle ombre delle finestre:
e17 menu

La barra delle applicazioni:
e17 app bar

Ovviamente il tutto e’ farcito da animazioni di ogni genere, a cui, purtroppo gli screenshot non rendono merito. Tutto e’ anche temabile, e per tutto intendo proprio tutto, ogni tema può fornire la propria forma per la barra delle applicazioni o per i menu’; le applicazioni infatti gestiscono solo degli eventi generati dall’interfaccia e non si preoccupano minimamente di come le cose sono rappresentate su schermo.

Purtroppo e17 e’ ancora indietro nello sviluppo e, anche se e’ utilizzabile per un uso quotidiano, mancano alcune cose quasi fondamentali (tipo il ridimensionamento delle finestre).

E prima che qualcuno inizi a rompere su ‘chissà quanta memoria buttata via’, ecco cosa dice ps aux a riguardo…:

venza 5854 0.1 2.6 17540 11900 tty1 S 10:23 enlightenment

Per coloro che ignorano, e17 sta occupando 17MB di memoria, di cui solo 12 caricati in RAM. Per confronto uno Gnome-terminal appena aperto occupa 34MB, di cui 13 in RAM (senza contare tutti vari demoni di cui ha bisogno per partire).

Quanto all’uso di CPU, per ora e’ tutto in software, ma o prima o poi renderanno stabile il supporto OpenGL, e allora…

Se qualcuno ha voglia di smanettarci ecco un po’ riferimenti:
pacchetti debian:

deb http://soulmachine.net/debian unstable/

Download: http://enlightenment.org/pages/source.html
Tecnologia dietro alle quinte: http://enlightenment.org/pages/source.html

P.S.
Ieri pomeriggio ho prenotato alla fnac un mac mini, il Gracio che lavora li’ mi fa risparmiare un centinaio di euro rispetto al prezzo di store.apple.com. Arrivo previsto, prima meta’ di febbraio…

6 risposte su “Enlightenment 0.17”

Beh, sai com’e’, Rasterman ha avuto i cazzi suoi, visto che si e’ sposato, s’e’ trovato un lavoro e si e’ trasferito in Australia. In piu’ hanno riscritto tutto da zero, a cominciare da una serie di librerie (le EFL), e per fare le cose bene ci vuole del tempo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.