Rlieh

I'm getting older and need something to R'Lieh on

dalle stelle alle stalle

Sentenza della Cassazione (9 Gennaio 2007): Scaricare non è reato

La punibilità degli imputati era basata sull’osservazione che l’attività da loro posta in essere implicava come passaggio obbligatorio, la duplicazione dei programmi relativi alle opere protette – violazione del diritto d’autore per trarne profitto – ed il successivo download, violativo del diritto d’autore in quanto fatto commesso per uso non personale (disponibilità a favore dei terzi) con fini di lucro.

… secondo la Cassazione invece…
La Corte di Cassazione ha anzitutto escluso la configurabilità del reato di duplicazione abusiva – e quindi il reato di cui all’art. 171 bis – in quanto la duplicazione non è operazione propedeutica al download, ma concetto ben diverso. Difatti la duplicazione non era attribuibile a chi originariamente aveva effettuato il download, ma a chi si era salvato il programma prelevando i files necessari dal server su cui erano disponibili.

Golden Globe 2007: migliori serie Grey’s Anatomy e Ugly Betty, miglior attore Hugh Laurie (House)

GIMP VS PHOTOSHOP: l’autore, un grafico di professione, sostiene che per uso commerciale PhotoShop sia necessario e per l’uso casaligno Gimp sia più che sufficiente.
Nello specifico, chi lo usa taroccato ne usa una minima parte delle funzionalità, chi lo compra ne usa una frazione delle potenzialità reali.
Questa tesi è supportata dal fatto che Gimp manca,al momento , di alcune features necessarie in un laboratorio di stampa: il supporto Pantone/CMYK e la gestione delle immagini RAW in primis (anche perchè si parla di formati proprietari e per il RAW non c’è ancora uno standard).
Resta il fatto che ormai si possano riprodurre con GIMP (e non cito GIMPSHOP perchè non mi piace) la maggior parte degli effetti di fotoritocco (colorazione selettiva, cosmetica digitale, sostituzione di sfondi, etc)

Elm’s Deep con gli orsetti!

Ed infine il disclaimer di Uncino, che unito a quello Asphalto volevo adottare per R’lieh

Questo sito non è un sito giornalistico, nè si sogna di esserlo. Il materiale pubblicato è di proprietà dei coposter, o è stato frega… ehm, preso in prestito da siti adatti a tale scopo. Il layout, la grafica e i css sono invece opera del Capitano. Non me ne frega un cazzo se volete copiarli, ma prima abbiate almeno la decenza di dirmelo. Altrimenti vi auguro un bel giro di chiglia per tutti. Se notate qualcosa che è sotto copyright©, allora fatevi i cazzi vostri, che campate cento anni. Se invece siete stanchi di vivere segnalatemelo via e-mail , così provvederò a levarla.

abdul

Abdul Alhazared, a.k.a. Al Azif, ha circa 1000 anni e gironzola su vari piani dell'esistenza. Dopo aver scritto il Necronomicon si è dedicato alla tecnologia e alla scienza, muovendosi di tanto in tanto in Europa.

4 pensieri su “dalle stelle alle stalle

  1. eccellente la sentenza, credo?
    ma il mondo della legge funziona in modi buffi che non capisco.

    molto bello l’articolo su gimp vs photoshop, anche se io di grafica non capisco una fava di nulla, mi ha appassionato, anche se non so perchè. forse perchè era scritto bene, sì.

  2. riguardo alla sentenza, qualcuno mi ha detto che si riferisce a un reato anteriore al 2004, quando è stata fatta una legge che cambia tutto…. notizie al riguardo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto