Rlieh

I'm getting older and need something to R'Lieh on

l'occhio della madre

Interessante stima sulla risoluzione dell’occhio umano.
Una retina in media ha 5 milioni di coni recettori. Siccome i coni sono responsabili della visione a colori, si potrebbe pensare che l’occhio umano questo equivalga a 5 megapixel.
Ma ci sono anche centinaia di milioni di bastoncelli che distinguono i contrasti monocromatici, al fine di rendere pià definite le immagini. Ma anche 105MP non è abbastanza, l’occhio infatti non è immobile.
I nostri occhi, si muovono continuamente per coprire un’ area maggiore di quella del campo visivo. E’ il cervello che stitcha il tutto. Con una buona luce, possiamo distinguere due linee sottili se sono separate di 0.01 gradi.
Questo fornisce una dimensione in pixel di 0.3 archi/minuto. Se manteniamo 120 gradi sul campo visivo orizzontale e 60° sul piano verticale abbiamo un totale di

576 Megapixel di dati


Curiosamente certe persone non distinguono la differenza di qualità in immagini a 300 e a 150 dpi, sotto una certa dimensione.
Inoltre mentre le donne hanno più coni, gli uomini hanno più bastoncelli. Di conseguenza vedono i colori più brillanti, ma di notte vedono peggio.

Non ho neanche il coraggio di fare il conto per certi animali che vedono in decacromia…

Per gradire le foto seguenti penso basti anche di meno di 576MP.

Una dicono sia peggio dal vivo, una piace a Prophecy, una recita in Heroes, una che ha iniziato a cantare bene e l’ultima non so chi cacchio sia ma sembra fotogenica. La vignetta di Angelina coi bebè-arma mi faceva ridere.

Ma come fa la gente a riempire giornalmente questi siti di cuttigghi ovvero pettegolezzi sulle stars/starlette?

abdul

Abdul Alhazared, a.k.a. Al Azif, ha circa 1000 anni e gironzola su vari piani dell'esistenza. Dopo aver scritto il Necronomicon si è dedicato alla tecnologia e alla scienza, muovendosi di tanto in tanto in Europa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto