Categorie
Entropie

architettura del destino reversibile

Un’interessante teoria sostiene che chi vive in una casa scomoda e priva di comfort vive più a lungo.
Su questa teoria, Arakawa e Gin, un architetto ed una poetessa ci hanno fatto su un bel business, proponendo sostanzialmente progetti assurdi con proporzioni sballate di camere, scale, porte etc etc.

Qualcuno adesso potrebbe sostenere che ne è responsabile l’aria rarefatta del quartiere di SoHo a New York dove Arakawa e Gin mantengono il loro studio, ma i due sono sicuri, giurano, che la morte possa essere neutralizzata creando ambienti che mettono a disagio i loro occupanti.

Cosa vi ricorda questa descrizione?

Pavimenti inclinati con avvallamenti improvvisi, finestre sghimbesce, corridoi angusti e stanze asimmetriche, porte troppo piccole e sale alle quali si accede dopo aver salito e disceso un numero ineguale di scalini, sono tutte caratteristiche distintive degli edifici realizzati dai creatori dell’architettura del destino reversibile.

Hotel del destino reversibile a Parigi

Di abdul

Abdul Alhazared, a.k.a. Al Azif, ha circa 1000 anni e gironzola su vari piani dell'esistenza. Dopo aver scritto il Necronomicon si è dedicato alla tecnologia e alla scienza, muovendosi di tanto in tanto in Europa.

Una risposta su “architettura del destino reversibile”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.