Categorie
Entropie

Android scivola e si fa parecchio male

A quanto pare incomincia a farsi vedere l’anarchia totale che regna nel mondo di Android..

Se andate sul marketcoso di android e cercate la parola “Jewish” una serie interminabile di temi Nazzisti apparira’ magicamente

Complimenti, non c’e’ che dire… Prevedo entro breve termine una mole inusitata di malware e schifezze varie..

24 risposte su “Android scivola e si fa parecchio male”

L'app store migliore di tutti è quello Nokia. Lì nessuno rischia di trovare nulla di offensivo: non c'è niente.

Hai scelto di delegare la scelta del contenuto del tuo telefono a Steve, buon per te. Sappi che non è che ti stia proteggendo un gran chè:
http://www.funkyspacemonkey.com/spyphone-ni. Sei sicuramente più protetto di chi usa Android, ma per quanto riguarda me preferisco più libertà di sbagliare, ma anche di fare le cose come voglio io.

Il discorso è il solito, tipo unix/windows, vi/emacs, ecc.
In un caso ti do la corda, puoi impiccartici o costruire qualcosa di favoloso. Nell'altro, ti do una corda già annodata a scala, puoi salire o scendere, nient'altro (a meno che non la snodi, ma allora stai facendo il jailbreak di una scala di corda e perdi la garanzia).

Non sono d'accordo con la metafora. Non vedo perche' non possa fare cose meravigliose con Microsoft o con Apple. A volte sono persino piu' facilitato a farle.

E poi ci sono 10 000 000 di utenti su droid. A quanti se dai una corda si impiccano? Piu' di quanti si possano impiccare con Apple (come succede ed e' gia' successo sui sistemi Windows con virus e malware vario)

Abdul: non importa che sia gia' stata cancellata. Il fattaccio e' successo. Punto. Non riusciranno a stare dietro a tutto…

La gente fa casini già con i computer.. ricordo quando in passato scherzavo con qualcuno di voi che ci vorrebbe la patente (NON quella europea 😀 ).

Sicuramente l'utonto comune è più al sicuro con un iPhone, d'altronde l'utonto comune si sente anche più figo con un iPhone, chi sono io per sbilanciare il suo fragile equilibrio psicologico?

Personalmente se IO dovessi scegliere, sicuramente non prenderei un iPhone.

La mela mi è sempre sembrata un po' strana…

Da quando ho avuto fra le mani l'iPod di mia sorella semplicemente li odio. Una merda. O meglio, un gran bel giocattolo, ma ho odiato fin da subito che dovesse fare quello che volevano loro. E basta.

Dovessi dare ai poveri affamati di tecnologia uno dei due, darei un iPhone se volessi che si facessero meno male possibile.

Ma io sono un Darwinista convinto, quindi… 🙂

Seriamente, i nuovi smartphone saranno in futuro preda di virus e spam e tutto il resto tanto quanto lo sono i pc di oggi (se non peggio, perchè non tutti hanno un pc, tutti hanno un cellulare); nel complesso devo dire che l'utenza media della gente che usa i pc un minimo si è sgamata rispetto ad anni addietro, dove a parte noi che ci smanettavamo, il pc era un oggetto misterioso per tutti. Come per i pc, così con i nuovi cellulari, prima la gente impara ad usarli, non solo come giocattolini, meglio è per loro.

<< Da quando ho avuto fra le mani l'iPod di mia sorella semplicemente li odio. Una merda. O meglio, un gran bel giocattolo, ma ho odiato fin da subito che dovesse fare quello che volevano loro. E basta. >>

Mah, io non mi sento minimamente vincolato in quello che faccio. Ovviamente se sei del genere " io devo scaricarmi la roba aggratis porcozzio che non pago un euro e voglio la suoneria del topo gigio che mi urla con le vuvuzela ", beh… ben ti sta.

PS ma tua sorella lavora? Ma chi glieli da' i soldi per l'iphone?

PPS 3 anni fa l'iphone era di nicchia ed era una ficata. Ora che e' diventato fenomeno di massa e' una merda… boh non riesco proprio a capire voi linuxiani

L'iPod, non l'iPhone..

– non ci posso copiare gli mp3 per i cazzi miei

– Se provo, trovo solo un'immensità di file incomprensibili nel file system. Ho quasi paura di toccarli o aggiungere/cancellare roba.. e pensare che io gli mp3 player li uso anche come chiavette usb quando serve

– devo usare il LORO software (iTune), che ritengo orribile e pesante, sennò non posso nemmeno usare l'iPod

– mi costringono al loro software così da invogliarmi a fare acquisti nel loro store

– questa è stata fantastica: un giorno si è inceppato, ho detto a mia sorella "resettalo", ma il anche il reset non funzionava. "Ok, togli le pile", ah peccato che le pile sono intoglibili perchè la batteria vogliono cambiarla solo loro (un po' come le cuffie che costano una cifra e vanno bene SOLO LE LORO). Morale? Abbiamo dovuto lasciare l'iPod a se stesso per qualche giorno finchè non si è scaricato di suo, resettandosi.

E non dovrei odiarli? E si trattava solo di un lettore MP3, cazzo è una chiavetta usb con un lettore e di questa cosa ridicola in 2 ore che l'ho guardata ho visto tutto sto bordello? No, grazie, non voglio nemmeno avvicinarmi all'iPhone, ci tengo al mio fegato.

L'ho già scritto in un commento tempo fa, ma la mia opinione resta quella dopo mesi od anni. I prodotti della Apple al momento sono ottimi pezzi di hardware (antenne permettendo) azzoppati da un pessimo software. E molte di queste limitazioni sono o per motivi di "semplificazione" forzata ma non necessaria, o per motivi di "mercato". E mentre posso cinicamente accettare il secondo tipo, il primo mi offende profondamente.

Il problema non è nel prodotto però, è nel fatto che io non sia il target di questi prodotti. Il target sono quelli che comprano sull'app store, e si può esumere facilmente dalle applicazioni che arrivano in cima alla classifica. Top ten di scoreggie, lucette free e giochi tristi – le poche perle non arrivano così in alto – ad indicare che l'utente medio è un idiota con dei genitori con troppi soldi.

Quella è la media, poi in realtà avremo i due estremi: gente che non ha abbastanza soldi ma l'iPhone server per lo status, e gente che lo usa più seriamente per le feature che ha.

Ma il geek che si aspettava una piattaforma stilosa rimane amareggiato. Ma è come comprarsi una Ferrari e lamentarsi che i sedili dietro non sono comodi per… quali sedili dietro?!

Anche sul tuo computer puoi mettere sfondi nazisti, o eseguire software scritto da dementi di questo tipo. Ciò ti fa pensare che Dell, Apple, Sony o chiunque sia il produttore del tuo computer dovrebbero attivarsi per vietarti di eseguirlo? Ecco, no.

Ora, mi spieghi com'è che, se il computer ti sta in tasca, cambia tutto e:
1) non sei tu a decidere se un software lo puoi eseguire
2) a decidere se qualcosa è illegale o meno deve essere una compagnia privata e non la polizia
3) non ti spaventa il fatto che un'entità privata eserciti la censura e decida cos'è giusto che tu non veda

L'android market è poco più di un motore di ricerca. Se trovi nazisti cercando pagine con google, bing o qualcos'altro non ti lamenti.

Se poi preferisci usare applicazioni diverse per gestire il mercato, puoi farlo agevolmente. Non è un iPhone, sei libero.

Malhavoc:
iTunes lo si ama o lo si odia, io lo amo e mi tiene organizzata musica che altrimenti sarebbe nellammerda
Dread:
Piu' che semplificazione sui macbookpro io direi che semplicemente funzionano.. e fanno quello che devono fare (musica, foto, video, internet) senza problemi. Adoro i tool di apple (iPhoto su tutti) e adoro come funziona Photoshop su un mac. Sulla storia delle applicazioni per iPhone posso darti solo che ragione, infatti ripeto che mi fa schifo tutta questa mole di gentucola minorenne con l'iPhone in mano… Personalmente da quando ho l'iPhone mi e' cambiata la vita e non tornerei indietro per nulla al mondo anche solo per l'esperienza che si prova a navigare sul web

L'app store censura ed il browser no, quindi sei libero. Santo cielo. Quando censureranno pure il browser, dirai che sei libero perché puoi scrivere quello che vuoi nelle email?

Il potere di apple è far fare cose non banali con applicativi stabili in modo talmente intuitivo da farle sembrare sciocchezze. La venerazione della usability è un pregio che già gli è riconosciuto dalle sempre piu frequenti imitazioni delle interfacce applicative MS e GNU. A parte questo io ho un iphone perchè è un bel giocattolo tanto quanto un htc … non ne farei una questione di religione, almeno fintanto non sarò costretto a lavorarci e picchiarmi seriamente sulla tecnologia :p

Che poi rileggendo sto post, non posso altro che definirlo il commento invidioso di un fanboy gnegnegne.
1° "Android" non è "Android Market", noi utilizzatori di Android non siamo costretti ad usare un cacchio di mercato proprietario.
2° "Si fa parecchio male" è fin troppo azzardato. Al massimo "trema ma resta ben in piedi", e le conseguenze infatti lo han dimostrato.
Oggi ho scoperto che sull'ìPhone non puoi personalizzare NEANCHE la suoneria della sveglia… AHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHA che tristezza

E cmq qui l'unico fanboy sei te… riguardati i tuoi ultimi 50 post… tutti ad attaccare Microsoft ed Apple manco ti avessero ammazzato il gatto… Il mio post era volutamente provocatorio rispetto ai tuoi.

Della purtroppo abbiamo da sempre punti di vista molto differenti. Non me ne frega un cavolo di avere la liberta' di far girare script ultracomplicati da shell se poi per installare una stampante ci sto due ore. Come dice testanuda con un mac queste cose ormai me le sono dimenticate da secoli. Semplicemente se devo fare una cosa la faccio, senza troppi grattacapi. E mai mai mai mi sono sentito limitato in quello che facevo (del tipo: eh no questo non posso farlo cosi', devo fare cosa') sia sul mac che sull'iPhone.
Ad esempio installare un'applicazione mi ha sempre mozzato il fiato: drag and drop. tac. applicazione installata. Su windows siamo lontane anni luce.. Su linux invece da shell devi scrivere apt-get cippirimerlo delcippiricoso.. see vabbe'…

Sei rimasto indietro sul mondo GNU/Linux. Da quando è uscita la prima Ubuntu si possono installare applicativi con un doppio click, questo non ti vieta di installarli da linea di comando e non ti devi picchiare neanche più con i driver di stampanti/schede video e altre menate.
La politica di Apple per iPhone/iPad/iPod ricorda in maniera vergognosa i truschini di TPM/Palladium/Chip Fritz di 4-5 anni fa: la sicurezza è solo un pretesto.

Si e' possibile che per quanto riguarda linux non sia aggiornato completamente, ma e' innegabile che apple sia maestra nel creare software user friendly, indipendentemente dal resto.

Diciamo pure ovvietà:
sistema apple: facile,stabile ma chiuso
sistema gnu: gratuito,potente ma impegnativo

Devo premettere che sono l'unico del mio team di sviluppo che si ostina a tenersi allenato lavorando su server e client linux, perché mi pare sciocco far comprare licenze ad azienda e clienti, sapendo che quello che risparmieranno si somma al valore della mia competenza tecnica.

Nel caso specifico di uno smart phone però non mi aspetto un ambiente di sviluppo che assorba il mio tempo libero e la mia vita sociale mentre sono in giro.
Mi accontento di uno strumento semplice ed efficiente con cui ascoltare musica e leggere il giornale nei 20min di treno che faccio fino in ufficio o per ritoccare le foto del giorno mentre aspetto che la tipa liberi il bagno della camera d'albergo.

Probabilmente quando verrò recluso in uno scantinato e l'unico dispositivo tecnologico è una presa da 220 e il mio cellulare, rimpiangerò di non poter installare Eclipse e essere schiavo di Matrix, ma per ora gozzoviglio accendendo il telefono e spegnendo il cervello

Onestamente: io voi mac-isti non vi capisco, sul serio. Io ho un macbook pro, ho fatto partire MacOS la prima volta genuinamente curioso. In fondo c'è tutta questa gente che stimo e che adora MacOS. Nei primi cinque secondi ho pensato che:
1) non mi piace il rendering dei font: li trovo sfocati e mi disturbano la vista
2) i widget sono lame. i bottoni rotondi sprecano spazio su schermo e l'effetto 3d ha stancato già da tempo. sono cresciutello, non mi faccio abbindolare dai vetrini.
Sono due cose da niente, no? In ogni sistema operativo cambi tutto con due click, no? Ecco, no. Perché è MacOS e se hai un'opinione tua sei malvenuto. E queste due cose da sole mi rendono scomodo il lavorare in macos.
Poi ho installato ubuntu in dual boot e ho bestemmiato in tutte le lingue, perché mettere su il dual boot è una cazzata su un PC, ma non su un Mac (che è un PC). Motivo? Se la pensi in modo diverso sei malvenuto.
Conclusione: hardware apple? Mai più. È il produttore meno user friendly del mondo, almeno quando lo user sono io.

Per quanto riguarda il fatto che i sistemi liberi non sono user friendly, questo è un pregiudizio retaggio del passato. O del fatto che chi usa MacOS una volta usava Gentoo, Slackware o salcazzo.
E se forse forse può ancora — residualmente — applicarsi al margine per Ubuntu (principalmente per questioni di compatibilità hardware), su Android è una cazzata bella e buona, che può dire solo chi non l'ha provato. Android è un sistema fatto da Google, che ha fatto i miliardi facendo cose semplici e potenti.

@Della:
"personalmente voi alfisti non vi capisco.. Ho comprato una alfa e appena l'ho accesa c'era un cruscotto rosso.. Ormai questi cruscotti rossi non mi stupiscono piu' e mi hanno anche un po' stancato. Poi ho tolto il motore e ci ho messo un'anatra e l'auto ha smesso di funzionare… Ma si puo'? Ma porca paletta che schifo.. non posso nemmeno mettere un'anatra al posto del motore. In piu' ho provato a metterci le ali ma non vola. Non riesco proprio a capire… "

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.