Categorie
Entropie

Starcraft 2

Ma nessuno ha ancora parlato qui di questo gioco atteso da dieci anni?

Premetto che non ho mai giocato al primo, e ho una conoscenza del genere derivante principalmente da Dune 2 e WC3, ma ho giocato giocato una paio di mesi alla beta, l’ho preso all’uscita, e anche leggendo in giro, pare che a parte alcuni punti (che si spera cambino in future patch), nel complesso il gioco sia oggettivamente davvero meritevole.

SINGLE PLAYER
La storia non è male, ci sono quasi 30 livelli in cui si può giocare a 4 differenti livelli di difficoltà (se siete pratici del genere il terzo probabilmente è il giusto, il quarto è oggettivamente molto tosto per chiunque). E’ pensata come la prima di tre espansioni (una per razza), e ognuna avrà il single player impostato in maniera diversa:

– L’attuale, quella dei terran, è una sorta di “manageriale” dove si può scegliere l’ordine delle missioni per unlockare singole unitò, e spendere i soldi guadagnati per upgradare quelle disponibili. Si può anche fare “ricerca” sugli aliene Zerg e Protoss per attivare altri upgrade speciali (tipo l’acciaio rigenerante)

– Le seguenti, Zerg e Protoss, dovrebbero essere impostate una come più impostazione tattica e altre con una parte di “ruolo” con interazioni tattico/politico/strategiche, o qualcosa del genere, ovviamente non se ne sa ancora molto

Nel complesso le missioni sono abbastanza varie, non è sempre un semplice “eccoti i tuoi worker, distruggi la base nemica”: a volte si hanno unità Hero che devono farsi in solo o quasi il livello, altre volte è necessario sfruttare tattiche particolari o seguire specifiche peculiarità della mappa (la lava che sale ad intervalli obbligando a spostare tutto, edifici semoventi compresi; gli zerg che escono di notte in masse enormi e si rintanano di notte, etc)

C’è poi il sistema degli achievement, che può piacere o no, ma è comunque un modo per estendere la longevità del gioco, dando uno stimolo a rigiocare la campagna a diversi livelli di difficoltà o riuscendo in particolari “achievement appunto” (ad esempio, “finisci il livello in meno di 25 minuti”, oppure “salva tutti i soldati dispersi”, etc).

Oltre alla campagna c’è anche la modalità Melee contro l’AI del computer, che al livello massimo è tutt’altro che banale. Però desta sicuramente poco interesse quando è possibile giocare contro altri giocatori reali.

MULTIPLAYER
Ovvero la parte sicuramente più interessante del gioco. Nonostante attualmente molti si lamentino della superiorità dei Terran alle altre razze, si tratta di un qualcosa riscontrabile forse ad alti livelli di gioco, dove non la maggiore abilità o velocità, o il minor numero di errori, a far vincere, ma le inerenti caratteristiche razziali. Premesso che è comunque dibattutto, non è nulla che eventuali patch non possano mettere a posto (e nella beta ne è stato pieno di patch che cambiavano costi o forza delle unità).

Se mirate a giocare competitivi, dopo esservi fatti un’idea delle tre razze, è meglio che vi focalizziate su una e una sola, ma se giocate per puro divertimento e passatempo le tre razze forniscono una notevole diversità di gioco, perchè non solo dispongono di unità molto diverse fra di loro, ma hanno proprio un approccio differente al modo di sviluppare l’economia e le strutture, nonchè ovviamente tattiche differenti per cercare di vincere le partite.

In particolare ho molto apprezzato come anche le unità “scarse” che si hanno all’inizio, possano essere molto efficaci, anche se ovviamente in largo numero, contro le giuste unità “avanzate” che l’avversario può sfoderare più avanti. In pratica non si ha tanto una situazione in cui chi sviluppa unità avanzate vince (anche se in parte ovviamente quelle più avanzate sono più forti), quanto che vince chi sviluppa le unità giuste per contrastare quelle che l’avversario sta mettendo in campo: una sorta di sasso/carta/forbice, dove però ovviamente i numeri e l’abilità di gestire il “micro” (ovvero manualmente le singole truppe) possono in parte ribaltare situazioni svantaggiose.

Le varie “Ladder” (1v1, 2v2, 3v3, 4v4) sono gestite a “serie” (bronzo, argento, oro, platino, diamante), con un sistema di rating nascosto tipo ELO (quello usato negli scacchi o nell’arena di WoW per capirci) che dà più punti o meno a seconda del risultato considerando la forza del nostro avversario (perdi tanto se perdi contro uno scarso, poco se perdi contro uno forte; vinci tanto se vinci contro uno forte, poco se batti uno scarso). Dopo vari scontri il gioco ci può spostare di serie se ci ritiene più o meno forti; questo in teoria dovrebbe garantire di giocare contro gente con un livello di abilità simile al nostro, che con certi mostri che esistono non può che far piacere ai giocatori “amatoriali”.

DIFETTI
Molti si lamentano di vari problemi, a mio parere sono solo dettagli, anche se in effetti spero che almeno alcuni vengano risolti in tempi umani:

– Il sistema di Ladder mette spesso contro gente anche di serie diverse: questo capita se il gioco ti ritiene “immeritatamente” in uan serie sbagliata e sta in pratica “testando” se meriti o meno una promozione o una retrocessione. Giustissimo, ma molti lo interpretano come un’assurdita il venir messi contro giocatori molto più forti, senza considerare che in caso di sconfitta i punti persi sono comunque pochi.

– Nelle ladder a team esistono categorie separate per i random team e i team organizzati (premade), ma il gioco spesso mette contro team random e premade. Benchè sembra tendi a mettere team random forti contro premade più deboli per bilanciare la capacità di coordinazione di un premade, la cosa può risultare parecchio sbilanciata in certi casi

– Le serie sono a loro volta divise in moltissimi gruppetti da una centinaio di giocatori, probabilmente per una migliore organizzazione e per dare un maggior senso di “risultato” a chi riesce a rimanere in testa al girone. Per i giocatori molto competitivi, che mirano alla testa della più alta serie, questa è una semplificazione assurda, perchè non permette di competere contro centinaia di altre persone di altri gironi, e si basa molto sulal fortuna/sfortuna di capitare in un girone con gente più o meno forte

– E’ presente un sistema di chat vocale, ma presenta alcuni problemi al momento (a me per esempio non va), e soprattutto non è presente una chat generale per socializzare o cercare compagni per i team. In pratica se non avete “amici IRL” nel gioco, potete solo cercare di attaccare bottone con compagni/avversari che vi capiti di incontrare nei vari match. E’ comunque abilitato il nuovo sistema di chat Battlenet che permette di vedere online gli account Battlenet di amici che vi siete segnati (una sorta di messenger), indipendentemente dal gioco su cui sono loggati (da SC2 potete parlare con amici loggati su WoW, e in futuro su Diablo3).

– Chi non è un fanatico delle Ladder preferisce in genere i Custom Games (io personalmente in alternativa trovo molto più divertente un Free for All con tutti contro tutti), dove la gente può creare le proprie mappe e condividere. Questo è forse il punto dove i patiti del genere hanno espresso più lamentele, essendo che forse per ragioni di controllo la Blizzard ha implementato un sistema MOLTO limitante: in pratica è possibile sì avere quante mappe si vuole create e tenute in locale, ma è possibile usare solo le mappe uploadate al momento sul server blizzard, e i giocatori hanno un numero limitato mappe uplodate contemporaneamente (mi pare 5). Inoltre è possibile scegliere solo fra le proprie mappe, quelle ufficiali, e quelle “più giocate”: in pratica non si ha un modo decente di accedere alle mappe di altre giocatori.

Personalmente sto trov
ando il gioco molto divertente, e dato che le singole partite durano 15-30 minuti anche molto comodo da giocare senza doverci dedicare intere serate. Ovvio però che solo con la pratica si impara a giocare e si acquisiscono certi automatismi: anche senza voler raggiungere le 200 APM – azioni al minuto – di certi “Pro”, è comunque essenziale usare shortcuts e hotkey; non è un gioco a chi spamma più tasti, quanto piuttosto a non dimenticare di fare le cose di routine, e farle al momento giusto (e la rapidità di una hotkey è vitale).

Nota finale: se l’avete già o intendete prenderlo, fatemi un fischio che vi addo (mannaggia a l’assenza di una chat!).

6 risposte su “Starcraft 2”

Ah, una cosa che mi son dimenticato, che ha colpito un po' di gente: per ragioni anti pirateria non è possibile giocare multiplayer in LAN. Molti si sono lamentati della cosa, ma oggettivamente oggi tutti hanno una connessione flat, collegarsi ai server anche in un lan party non è un gran limite, dato anche che non stiamo parlando di street fighter..qui ridurre al minimo un lag di altrimenti 200-300 ms non mi sembra in fondo una gran necessità.. Tanto più che CREDO,ma dovrei verificare, che la connessione ai server sia solo per controllo, ma poi l'host sia chi organizza effettivamente la partita.

Mi hai appena recensito StarCraft I e Battle Net originale :-p

Consiglio: i numeri delle squadre in starcraft non si danno alle unità, si danno alle factory, perché è più importante un micro-management della produzione che delle unità. Così controlli la produzione da tastiera senza dover guardare la base, mentre giostri la tua orda dietro alla base avversaria.

Per SC-2, boh, un giorno avrò un pc atto, ed allora ne parleremo.

Si, ovvio, le hotkey servono principalmente per le fabbriche, anche se qualcuna sui gruppi principali dell'esercito fa comodo.

Riguardo al "hai recensito starcraft I".. beh, come ho detto non ho giocato al primo, però ho in effetti letto in giro molta gente patita del primo che si dice contenta proprio del fatto che il gioco non sia stato rivoluzionato, ma adattato tecnologicamente ai tempi e un po' rinnovato. Cavallo che vince non si cambia immagino 🙂

Il panorama degli RTS non è cambiato molto negli ultimi anni, se non in grafica e lucette, quindi la cosa migliore per Blizzard era creare un gioco che rendesse felice l'enorme user base, ed gli utenti più giovani sarebbero arrivati comunque.

Alla fine, Westwood/EA continua a produrre lo stesso genere di strategico, mentre la serie TA/Supreme Commander resta di nicchia per via della più ripida curva di apprendimento, anche se è quella che apprezzo di più. Blizzard non ha dovuto far altro che impacchettare meglio la logica carta-pietra-forbice dei sui giochi, aggiornare la grafica, e proseguire la storia.

E con tutto quello che hanno dovuto scrivere per WoW, sono diventati abbastanza bravi a tirare avanti la storia (ocio allo spoiler).

Personalmente aspetterò un box con tutte le espansioni (protoss e zerg) perchè mi sembrerebbe di avere un gioco monco.
Esiste una versione digital delivery tipo Steam?
Per quanto riguarda le adsl il lag oramai non si nota più (altrimenti i tornei si SF4 sarebbero IMPOSSIBILI)

… manco una fotina piccina picciò, sei gretto…

Foto? Cercati i video su youtube in hd, rendono meglio 🙂

Oddio, la lag su SF4 si sente ECCOME. A volte capita di beccare il giocatore che ti fa laggare in maniera ingiocabile, ma anche un "normale" 200ms di lag su un gioco del genere sono pesantissimi per i tempi di risposta alle mosse avversarie e le combo in particolare. A mio parere a livelli MOLTO alti (che non ho cmq raggiunto) SF4 su internet è ingiocabile.

Tornando a SC2, sì, puoi scaricare il client direttamente dal sito blizzard (io ho fatto così, prendendo la versione inglese perchè non volevo le lamerosissime traduzioni italiane. Purtroppo sono un po' ladri, il prezzo è lo stesso della versione in scatola (almeno ora). Credo ci sia anche su steam, ma stesso prezzo, allora meglio prenderselo stand alone.

Cmq come dicevo il grosso del gioco è multiplayer, e cmq anche nella campagna single player non si ha minimamente la sensazione di "inconcluso", quindi se è per questo non farti problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.