Fallout 4 (finito)

Day One, unboxing confezione in metallo, installazione (30minuti circa sulla PS4 ahimè) e poi via si torna nell’era postnucleare… o quasi.

IMG_20151112_230439

Prime impressioni dopo un paio di ore di gioco:

  • all’inizio sembra che l’innovazione grafica della next-gen non si noti, ma la cosa cambia pian piano che si inizia ad esplorare il territorio e gli edifici. La cura per alcuni particolari a del maniacale. Alla Bethesda penso che lavorino dei feticisti del metallo
  • il gameplay, lo SPAV si mantengono sulle meccaniche di Fallout 3
  • usare il PipBoy da un dispositivo mobile (nel mio caso lo smartphone) è una delle trovate più intelligenti per un gioco di ruolo dai tempi di… al momento non lo so

Per ora è tutto, ho già trovato il cane, un fucile congelatore alla Duke Nukem, una armatura nucleare ed una minigun. Ed è solo l’inizio…

Update

921211_121510314891367_7830783689153203547_o 1496122_121510738224658_7651001535247381955_o 12375125_121510308224701_99116232936305334_o

Dopo circa un mese e mezzo di gioco intensivo ho portato a termine le missioni principali e buona parte delle secondarie. Posso confermare una cosa: questo gioco è immenso, sia dal punto di vista delle cose da fare che dai posti (ma soprattutto gli edifici) da esplorare.

12465898_121510734891325_7945267630761460660_o  12466329_121510304891368_6926944830656030223_o 12473889_121510538224678_6940775225577403566_o

  • Innanzi tutto le città, o meglio dire, i paesini che si trovano nella mappa si sviluppano anche in altezza. Passare di tetto in tetto oppure saltare giù da un dirigibile in volo è una esperienza nuova per il mondo di Fallout.
  • Le missioni autogenerate (in particolare quelle dei Minutemen) sono abbastanza ripetive, in compenso alcune quest uniche sono delle chicche che varrebbero capitoli separati (una fra tutte: il sottomarino comunista)
  • i companions sono 13, con alcuni di essi potrete portare avanti delle relazioni e questo vi servirà a sbloccare abilità uniche
  • le armi sono TROPPE (non le ho neanche viste tutte, figuriamoci modificarle)
  • i finali e la storia principale rispetto al terzo capitolo danno soddisfazione

12466054_121510541558011_5859774368230147675_o

abdul

Abdul Alhazared, a.k.a. Al Azif, ha circa 1000 anni e gironzola su vari piani dell'esistenza. Dopo aver scritto il Necronomicon si è dedicato alla tecnologia e alla scienza, muovendosi di tanto in tanto in Europa.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.